L ‘Omeopatia è il 2° più grande sistema medico al mondo, con un costante tasso di crescita annuo, 600 milioni i pazienti in tutto il globo e centinaia di migliaia i medici, di cui 350 mila nella sola India, che praticano questa medicina. Sono alcuni dei dati sono stati forniti al 74 esimo Congresso Mondiale della LMHI (Liga Medicorum Homeopathica Internationalis), che si è svolto all’Hilton Palace a Sorrento nei giorni scorsi e che ha radunato nella nostra regione. Sono numerosi i sistemi sanitari nazionali che si avvantaggiano dell’omeopatia, come l’India, dove l’ Omeopatia è una medicina ufficiale, ed il Brasile, dove è specialità medica riconosciuta. Di particolare interesse le relazioni cliniche di medici indiani che esercitano nei reparti oncologici e che hanno esemplificato con casi clinici la loro esperienza e l’efficacia dei trattamenti omeopatici su questi malati. Una sessione speciale è stata dedicata all’ efficacia della medicina omeopatica in veterinaria.

L’Omeopatia – dal greco “omoios” (simile) e “pathos” (malattia) – è un metodo terapeutico basato sulla somministrazione di dosi molto basse di sostanze capaci di provocare nell’uomo sano delle manifestazioni simili ai sintomi che manifesta il malato. Il primo a trattare in maniera organica e organizzata il tema della cura Omeopatica è stato il medico tedesco Samuel Hahnemann, con la pubblicazione nel 1810 del libro “Organon of medical art”.