L’Officina delle parole, laboratorio di scrittura creativa di Vincenza Alfano, presso Iocisto, la libreria di tutti, non va in vacanza. Ogni settimana potrete leggere e votare un racconto a tema estivo, decretando, con i vostri like, il migliore a cui andrà la targa Napoliflash24h estate.

Buona lettura e ricordate di esprimere le vostre preferenze!

“Un’estate qualunque”

Gisella Di Sciullo

Le valige erano ancora sul letto e Giusi aspettava che la madre aprisse le finestre della casa al mare dove da anni trascorrevano le loro vacanze estive. Come sempre era eccessivamente eccitata al pensiero di ritrovare il suo gruppo ed organizzare varie serate. Aveva deciso pian piano di mettere in ordine le sue cose, aveva aperto l’armadio e stava appendendo abiti e magliette, quando all’improvviso una scatola azzurra attirò il suo sguardo. Prima di aprirla chiese alla madre cosa contenesse ma, senza attendere la sua risposta spinta dalla curiosità di adolescente, la aprì.

Giusi era bionda, aveva un aspetto esile,  ed era molto emotiva. Constatò subito che la scatola conteneva cartoline, ormai ingiallite, di varie parti del mondo;  molte erano località estive con bei tramonti spiagge solitarie altre raffiguravano splendidi paesaggi, altre erano fotografie; erano tante con data diverse e sembrava che qualcuno le avesse ordinate in modo cronologico. La ragazza prese la scatola ed andò a sedersi vicino a un chiosco sulla spiaggia e, mentre ascoltava il rumore del mare, iniziò di nuovo a osservare con attenzione ogni cartolina fino  a quando trovò una fotografia di due ragazzi seduti in riva al mare. Avevano entrambi un aspetto molto giovane la fotografia era vecchia e forse piegata più volte, aveva la data 1960 , ogni cartolina terminava con la scritta baci da Vinny. Giusi chiuse la scatola e con la foto tra le nani corse a mostrarla alla madre chiedendo chi fossero quei ragazzi.  La donna commossa le raccontò che quelli erano i nonni. A quel punto Giusi non chiese altro e sistemò la scatola al suo posto.

Durante la notte nei suoi sogni si palesarono tante cartoline estive con tramonti, spiagge stupende, due ragazzi che si abbracciavano e una firma:  baci da VINNY.