Proseguono gli appuntamenti a cura della Scabec per la valorizzazione dell’intero territorio regionale, anche nella settimana di Ferragosto.

Per l’edizione 2019 di Campania by Night, il programma di aperture serali straordinarie nei siti di grande fascino ed interesse del nostro territorio, oltre Ercolano con visite serali ogni venerdì e la mostra “Novecento a Ischia” a Lacco Ameno, si aggiunge la splendida Certosa di Padula con il ciclo di visite “Padula al Chiaro di Luna”: a partire da domenica 11 e fino al 31 agosto, cinque appuntamenti da non perdere per partecipare a visite guidate, concerti e spettacoli teatrali alla Certosa di Padula. Per l’occasione sarà possibile visitare anche alcuni ambienti della certosa solitamente chiusi al pubblico. Filo conduttore dell’iniziativa sarà l’arte contemporanea. Per info contattare la Certosa di Padula al n° 0975 77745, tutti gli appuntamenti sono gratuiti fino ad esaurimento posti, è a pagamento solo l’ingresso al sito.

Paestum dove è in corso dallo scorso luglio la proposta “Guardando le stelle dei Greci” con visite e osservazioni alle stelle, giovedì 15 agosto ci sarà lo spettacolo musicale del sassofonista Daniele Sepe con la feat. di Peppe Frana all’ Oud, “Taxim per Poseidonia”. Un’improvvisazione pensata ad hoc per il luogo chiamato anticamente Poseidonia, un viaggio tra le ispirazioni del mare e del mito attraversando le sonorità elleniche, arabe e turche.
www.campaniabynight.it

Per il programma Open Art Campania aperta tutti i giorni dalle 17 (tranne il lunedì), la mostra “Picasso e l’Africa. Omaggio a Ugo Marano”, un affascinante percorso nel periodo africano del genio spagnolo a cura di Marco Alfano visitabile fino al 15 Settembre nel Museo Civico della Torre di Cetara, gioiello della costiera amalfitana.

Info: 089 262911 – 089 262915

Sempre nel programma Open Art, fino al 30 settembre visitabile anche “Vesuvius in the Box” la mostra d’arte multimediale realizzata dall’artista Gennaro Regina al MAV, Museo Archeologico Virtuale di Ercolano: 18 quadri, una serie di video, un ledwall, muro luminoso di 60 metri quadri, per raccontare il vulcano più rappresentato nell’iconografia mondiale. Info 081/7776843.
www.openartcampania.it

Rivive a Teggiano dall’11 al 13 agosto l’antico feudo di Diano con la rivisitazione storica “Assalto al Castello” al Castello Macchiaroli, antica fortezza di epoca normanna del Vallo di Diano, sede anche della famosa “Congiura dei Baroni” del 1485. Attraverso la ricostruzione scenica del racconto della vita della nobile casata, fondatrice anche dell’incantevole Certosa di Padula, si entrerà nel vivo della Teggiano medioevale il cui centro storico è Patrimonio Unesco. Nelle tre giornate della manifestazione sarà possibile partecipare alle visite guidate al Castello Macchiaroli e ai numerosi monumenti del centro storico. Lo spettacolo, che prende il nome dalla manifestazione, andrà in scena tutte le sere a partire dalla mezzanotte. La partecipazione allo spettacolo è gratuita, per prenotare le visite guidate chiamare il numero 0975 79600.

Giovedì 15 agosto in programma a Monte Procida il concerto di Renzo Arbore e l’Orchestra Italiana nell’ambito del “Ferragosto Montese“, appuntamento alle ore 21.30 in Piazza XXVII Gennaio. Ingresso gratuito.


Programma “Padula al chiaro di Luna”

11 AGOSTO

22.30 – Loggia della Spezieria, Certosa di San Lorenzo

Circolo letterario “La setta dei Poeti estinti” – Nazim Hikmet, le poesie d’amore

Nella meravigliosa cornice della Certosa di Padula, una serata di letture dedicata al grande Nazim Hikmet, poeta turco che ci ha lasciato alcune delle più belle poesie d’amore e di vita del Novecento. Dalle liriche più note come “il più bello dei mari”, fino alle poesie dedicate alla lontananza e all’esperienza del carcere, un percorso tra la vita e gli amori di una delle voci più significative del nostro tempo.

Letture a cura di: Mara Sabia (attrice e docente); Emilio Fabio Torsello (giornalista).

17 AGOSTO

21.00 – Apertura straordinaria serale del monumento

21.30 – Certosa contemporanea

Un suggestivo percorso alla scoperta della collezione di arte contemporanea ospitata nel monumento. Conceptual art, video art e land art invadono gli spazi della storia restituendo al visitatore un’immagine inconsueta del monastero certosino.

22.30 – Fienili, Certosa di San Lorenzo

Felice Del Gaudio e Graziano Accinni – duo contrabbasso e chitarra

il concerto vede il “re-incontro” di 2 amici e musicisti lucani , Graziano Accinni alla chitarra acustica e Felice Del Gaudio al contrabbasso.

Un occasione per ascoltare brani inediti e reinterpretazioni che vanno dal jazz, alla composizione sacra , alla musica d’autore.

Il tutto filtrato dalla sensibilita’ e dall’esperienza maturata in tanti anni di attivita’ concertistica in giro per il mondo. 

18 AGOSTO

22.30 – Chiesa delle Donne, Certosa di San Lorenzo

Protagonisti Ballet – Unlimited

Un lavoro delicato e ricco di sensibilità. L’arte è l’incontro inatteso di forme spazi e colori che ci consente di trovare noi stessi, di evidenziare stati d’animo. Così l’artista diventa ricettacolo di emozioni che vengono da ogni luogo: dal cielo, dalla terra, da una forma di passaggio o da un quadro. La compagnia di danza I Protagonisti, diretta da Monica Moraldo, danzano una serata di balletto sui quadri principali del famoso Artista Caravaggio che con energia, colore, forme richiamano la vita del pittore, con un calco della sensibilità andando incontro alla realtà, ricordando egli stesso e la magia che regola l’universo in tutte le sue forme.

Formazione: Sara Coppola, Simone Giancola, Alessandro Mennillo, Melania Piro.

25 AGOSTO

22.30 – Fienili, Certosa di San Lorenzo

LUDOVICARAMBELLITEATRO

La Conversione di un Cavallo

23 tableaux vivants dall’opera di Michelangelo Merisi da Caravaggio

Costruito con la tecnica dei tableaux vivants la conversione di un cavallo è un lavoro di estrema semplicità e insieme di grande impatto emotivo: sotto gli occhi degli spettatori si compongono 23 tele di Caravaggio realizzate con i corpi degli attori e l’ausilio di oggetti di uso comune e stoffe drappeggiate. Un solo taglio di luce illumina la scena come riquadrata in una immaginaria cornice, i cambi sono tutti a vista, ritmicamente scanditi dalle musiche di Mozart, Bach, Vivaldi, Sibelius.

regia Ludovica Rambelli aiuto regia Dora De Maio in scena Andrea Fersula, Serena Ferone, Ivano Ilardi, Laura Lisanti, Chiara Kija, Antonella Mauro, Paolo Salvatore, Claudio Pisani.

31 AGOSTO

22.30 – Fienili, Certosa di San Lorenzo

Peppe Servillo & Solis String Quartet – Presentimento

A distanza di tre anni dall’uscita di “Spassiunatamente” che aveva visto per la prima volta Peppe Servillo ed i Solis String Quartet affrontare con il dovuto rispetto capolavori della canzone classica napoletana, ecco “Presentimento” che può essere considerato a tutti gli effetti la naturale prosecuzione di un progetto che non smette di spaziare all’interno di un immenso panorama musicale, senza cercare di circoscriverlo ad un periodo o ad un autore. Da Gil a Viviani, da E.A. Mario a Cioffi/Pisano, da Scalinatella a Mmiez’o grano a M’aggia curà, la lista di autori e canzoni testimonia l’entità di uno spettacolo, sempre in bilico tra musica e teatro.

Scaletta album: – Scalinatella – Palomma – Presentimento – So li sorbe e le nespole amare – Mmiez’o grano

– M’aggia curà – Furturella – Tarantella segreta – Tutta pe’ mme – Canzona appassiunata

Quella del presentire è spesso la condizione degli artisti, dei narratori, come dei poeti autori di queste canzoni che nei loro versi presentono e annunciano segreti, presenze, tradimenti, ciò che di nuovo potrebbe accadere o si vorrebbe accadesse, e lo fanno con parole che sembrano mai udite come fossero i veggenti, gli indovini della nostra vita sentimentale. La musica aggiunge senso e la parola precisa col riso e col pianto, le orchestrazioni inscenano un improvviso teatrale come se la vicenda nascesse ora col canto e annunciasse il paradiso tra sonno e veglia. Insistiamo nel ricongiungere tessere alla nostra stanza napoletana che a volte gode di una vista bellissima (Peppe Servillo).

Formazione

Peppe Servillo: voce

Vincenzo Di Donna: violino

Luigi De Maio: violino

Gerardo Morrone: viola

Antonio Di Francia: cello e chitarra

Info: Certosa di Padula – 0975 77745