“Se riusciamo a fare tutto a fine anno non lo so, dipende dalle aziende farmaceutiche”. E’ quanto ha affermato Paolo Ascierto in una diretta radiofonica su Radio Crc Targato Italia.

“Ci sono 11 studi di vaccini e l’efficacia dimostra se un vaccino può essere utilizzato o meno. – dice Ascierto – Di questi, 3 stanno finendo il ciclo per capire se possano essere utilizzati o meno. L’importante è che da quando ci sarà il vaccino potremo garantire l’immunizzazione alle persone”.

E sul Tocilizumab l’oncologo continua: “risultati contrastanti perché il farmaco deve essere dato in un momento preciso. Non funziona con gli intubati, gli studi hanno evidenziato questo: il paziente intubato ha già danni e per questo gli effetti del farmaco sono limitati. Quando inizia la tempesta citochinica può invece dare risposta immediata in 24-48 ore”.

Sulla contagiosità degli asintomatici Ascierto conclude: “possono contagiare e questo dipende dalla carica virale. Ad agosto si immaginava una carica virale bassa e invece era molto alta, quello è stato l’inizio della seconda ondata del virus”.