“Testate, insulti e minacce per la postazione 118 di Bagnoli“: con questo post pubblicato su fb, ‘Nessuno tocchi Ippocrate’ denuncia l’ennesima aggressione al personale di una ambulanza in servizio.

Questa volta l’aggressore è lo stesso paziente. In seguito ad una telefonata di aiuto, il personale del 118 è arrivato a casa di un paziente, che in precedenza si era recato in un pronto soccorso e che chiedeva un’iniezione antidolorifica. I medici gli hanno spiegato che per loro era impossibile somministrare farmaci e il paziente ha chiesto di essere portato in ospedale.

Dalla centrale operativa del 118 sono state date indicazioni per andare al Loreto mare, sede che non è piaciuta al paziente, che ha iniziato a dare in escandescenze e a prendere a calci e pugni il portellone dell’ambulanza.

L’uomo, come si racconta nel post dell’associazione ‘Nessuno tocchi Ippocrate’, è sceso dall’ambulanza, “ha afferrato l’autista e gli ha dato una testata, minacciandolo per andare al Cardarelli. Giunti al pronto soccorso ha continuato a offendere tutti”.