Dopo le 22 in Campania è vietata la vendita con asporto di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, da parte degli esercizi commerciali compresi bar, chioschi, pizzerie, ristoranti, pub, vinerie, supermercati e distributori automatici. Fino alle 6 del mattino stop al consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione, nelle aree pubbliche ed aperte al pubblico, compresi parchi comunali e ville. Nessuna limitazione invece nell’orario di chiusura per ristoranti, pub e pizzerie.

Sono alcuni dei contenuti dell’ordinanza 53 firmata dal governatore, Vincenzo De Luca, con ulteriori misure anti Covid-19. E ciò, dice una nota dell’Unità di crisi, dopo “le problematiche registrate nello scorso fine settimana e agli incontri avuti con le Camere di Commercio”. Per bar, ‘baretti’, vinerie, gelaterie, pasticcerie, chioschi e esercizi di somministrazione ambulante di bibite resta consentita la facoltà di apertura a partire dalle 5 ed è disposto l’obbligo di chiusura entro l’1, con obbligo di somministrazione al banco o ai tavoli a partire dalle 22.