Nei mesi caldi un bagno al mare è un vero toccasana per cane e padrone. Ma gli effetti che l’acqua di mare può avere sui cani rappresenta per molti di noi uno degli interrogativi più interessanti. Bisogna fare comunque attenzione perchè i casi di emergenza veterinaria, provocati da intossicazioni per acqua marina, sono assai frequenti. Ma dalla metà del XIX secolo, la ricerca scientifica ha mostrato che i cani potrebbero trarre molti vantaggi dal trattamento con acqua di mare, e non solo. Vediamo insieme quali sono i benefici del mare per i cani. In questo articolo cercheremo di spiegarvi se e come l’acqua di mare fa bene al cane.

Il nuoto – Il nuoto rappresenta per il cane un esercizio perfetto per rafforzare polmoni e cuore, oltre che a stimolare l’intera muscolatura. E’ uno sport non faticoso per le articolazioni delle anche e delle spalle del cane e per questo è indicato anche per i cuccioli e per i cani adulti con problemi alle articolazioni. Quasi tutte le razze di cani possono praticarlo, ad eccezione di quelle con torace largo e zampe corte, come Bulldog o Basset-Hound, che faticano a respirare nell’acqua. Nuotare insieme al cane rappresenta per l’animale un momento di gioco e condivisione insieme al suo padrone. Un accorgimento da prendere una volta usciti dall’acqua è lavare bene il cane dopo il bagno, così da rimuovere sale e cloro che possono seccare molto la cute dell’animale.

I benefici dell’acqua salata – In commercio è possibile trovare prodotti elaborati con acqua di mare, a conferma che sono numerosi i suoi effetti benefici sugli animali. Non non parliamo solo a livello interno, ma anche rispetto alla pelle dei nostri quadrupedi. Le proprietà antisettiche e curative, fa dell’acqua salata del mare un vero e proprio toccasana per i tessuti danneggiati da ferite o ustioni. Inoltre migliora la salute e l’aspetto del manto ed è utile per alleviare il prurito provocato da dermatite atopica o seborroica, scabbia, psoriasi o forfora e, riducendo il prurito, impedisce all’animale di graffiarsi e di generare nuove ferite. Ma, come in tutte le cose, gli eccessi sono da evitare. I cani che amano giocare in mare e che trascorrono la maggior parte del tempo in acqua potrebbero correre il rischio di intossicazione da acqua salata. Evitare quindi di lasciare il cane per tropo tempo in mare e portate sempre con voi abbondante quantità di acqua potabile da somministrare regolarmente, evitando così che il cane beva acqua salata.

Intossicazione da sodio – Se dopo un bagno in mare notiamo che il nostro cane è apatico e stanco, con visibili problemi di deambulazione, potrebbe avere ingerito una quantità dannosa di acqua salata. I sintomi che si manifestano più frequentemente sono:

Vomito e diarrea

Inappetenza

Problemi a camminare

Sete eccessiva e minzione frequente

Tremori

Di fronte ad un caso, seppure rarissimo, di avvelenamento da sodio. Se pensiamo che il nostro cane abbia bevuto acqua di mare, ma non sono visibili sintomi evidenti, l’intervento più semplice è quello di farlo bere acqua potabile fresca. L’assunzione di acqua con poco sodio, come la normale acqua potabile, aiuta infatti a ristabilire l’equilibrio interno e a evitare i problemi dovuti all’ ipersodiemia. Diarrea e vomito sono assolutamente normali in questi casi: l’acqua di mare, infatti, altera la flora batterica intestinale del cane e questi problemi possono durare per alcuni giorni. E’ sempre bene sorvegliare il cane in spiaggia per evitare che ingerisca troppa acqua di mare.

A proposito dell'autore

Roger Dog

Post correlati