Sono 20 mila le mascherine realizzate dai carcerati dei penitenziari di Salerno e di Santa Maria Capua Vetere in provincia di Caserta. I presidi di protezione individuale riportano la scritta: “Stop alla violenza sulle donne“, un’iniziativa per ricordare questa importante giornata, che ricorre oggi 25 novembre e che si celebra in tutto il mondo.

Le mascherine saranno distribuite al personale delle amministrazioni penitenziaria e giudiziaria del ministero della Giustizia in occasione della giornata internazionale per dire basta alla violenza sulle donne. Diecimila sono state realizzate a Fuorni, grazie all’accordo siglato dal ministro Alfonso Bonafede e dal commissario per l’emergenza Covid Domenico Arcuri. Impegnati nella produzione una quarantina di ospiti della casa circondariale, divisi in due turni lavorativi. Le altre sono invece realizzate a mano nel carcere casertano grazie al lavoro di una decina di detenute del laboratorio sartoriale.