Voglia ‘e turna’. La città di chi parte, chi resta e chi ha voglia di tornare è il titolo della campagna istituzionale per il Natale a Napoli 2019. Gli eventi in programma sono stati presentati in conferenza stampa dall’Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli Eleonora De Majo e si terranno in città fino al 6 gennaio 2020.
Il design grafico della campagna è stato realizzato in collaborazione con i ragazzi dell’Accademia di Belle Arti della specialistica in Comunicazione pubblica e d’impresa, indirizzo Editoria, Illustrazione, Fumetto coordinati dalla professoressa Enrica D’Aguanno, docente di Design della comunicazione; il design grafico scelto per la manifestazione “Natale a Napoli 2019” è di Giordana Rega ed interpreta eloquentemente il tema della campagna: la voglia di tornare a casa. Il rapporto Svimez di quest’anno ci informa che dal duemila ad oggi sono più di due milioni le persone che hanno lasciato il mezzogiorno, ma la quantità di persone in città durante il periodo natalizio raddoppia. Napoli vuole dunque riabbracciare con calore coloro che tornano e accogliere i turisti, per i quali è stato scritto un decalogo di turismo responsabile che sarà distribuito presso i siti museali di gestione comunale nonché nei due infopoint comunali di piazza Cavour nei pressi del Museo Archeologico Nazionale e di Piazza Capuana, che resteranno aperti nei giorni feriali dalle ore 9.00 alle ore 16.00 e nei giorni festivi dalle ore 9.00 alle ore 14.00 a partire da domenica 8 dicembre.

L’evento emblematico della campagna è la kermesse BENTORNATI A CASA, in programma domenica 22 dicembre nel cortile del Convento di San Domenico Maggiore. Un cast tutto al femminile si esibirà per l’occasione: Teresa De Sio, la cui storica canzone Voglia ‘e turna’ ha ispirato il titolo della manifestazione, il duo Ebbanesis e la giovane rapper Leslie. A condurre la serata saranno gli artisti di Casa Surace, testimonial della manifestazione che hanno declinato da tempo i temi del Sud e del Natale al Sud con garbo e ironia.
Ancora Sacro Sud Anime Salve 2.0, con la direzione artistica di Enzo Avitabile, una rassegna di dodici concerti che avranno luogo in diverse chiese della città e che vogliono essere un inno alla multietnicità e all’accoglienza del crocevia culturale che Napoli è sempre stata: parteciperanno artisti dal Mali, dal Marocco, dal Madagascar, dall’Iran, dalla Turchia, dal Portogallo e dagli Stati Uniti.
Il Festival musicale del ‘700 napoletano, quest’anno alla sua ventesima edizione, è diretto dal Maestro Enzo Amato ed organizzato dall’Associazione Domenico Scarlatti; i concerti intenderanno riportare alla luce il patrimonio musicale che rese Napoli capitale della musica nel ‘700, da Perrucci a Rossini, Cimarosa a Paisiello a, ovviamente, Domenico Scarlatti, la cui serenata La Contesa delle stagioni aprirà il Festival il 21 dicembre. Si tratta di una serenata di occasione composta per la regina Maria Anna Giuseppina di Portogallo e ne verrà presentato il nuovo allestimento curato dal regista Riccardo Canessa in anteprima mondiale.
L’8 ed il 14 dicembre inoltre, avranno luogo due notti bianche: Sanità tà tà e Notte d’Arte_Break Napoli. L’8 avrà luogo l’evento che dal 2016 anima uno dei quartieri più folkloristici della città di Napoli, un vero e proprio festival itinerante che coinvolgerà oltre settanta musicisti e artisti di strada accompagnati da percorsi culinari ed enogastronomici: i concerti e le degustazioni saranno dislocati in tutto il quartiere, a partire da Piazza Crociferi sino al palco principale di Piazza Sanità. Il 14 Notte d’Arte, format promosso dalla II Municipalità, celebra la sua VII edizione con una serata all’insegna di musica, cinema, aperture straordinarie di musei, performance e open stage per nuove proposte e incontri; tra gli artisti che hanno aderito all’iniziativa sono stati annunciati Tony Esposito, Maurizio De Giovanni, Maurizio Capone, Marco Zurzolo, Vincenzo Danise, Roxy in the Box, Peppe Quintale, Maldestro, Rosaria De Cicco e Marina Rippa.
Il Coordinamento Scale di Napoli, l’Assessorato all’Ambiente e l’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli presentano infine l’ottava edizione di Tu scendi dalle scale – Festival delle Scale di Napoli, un ricco calendario di appuntamenti lungo le scale della città che collegano la zona collinare al centro storico della città e che saranno animate da iniziative, trekking urbano, passeggiate letterarie e musicali e momenti di riflessione, conoscenza e valorizzazione. L’iniziativa si colloca in continuità con le attività svolte dal “Coordinamento per il Recupero Scale di Napoli” e impegnerà numerosi esperti ed artisti in molteplici e differenti iniziative che animeranno un calendario che va dal 7 dicembre 2019 al 7 gennaio 2020.
Tra gli altri, inoltre, saranno attivi con eventi, mostre e visite guidate il Museo di Capodimonte, Mann, Palazzo San Giacomo con una visita teatralizzata il 28 dicembre, Museo Filangieri, Pio Monte della Misericordia, Castel dell’Ovo, Maschio Angioino, Museo Diocesano, Certosa di San Martino, Palazzo Reale, Castel Sant’Elmo, Villa Pignatelli e tanti altri luoghi ancora.

Per il programma completo clicca qui