È tutto pronto per il Luigi de Magistris per salpare il domani 29 giugno per il corteo in mare, l’iniziativa a favore dei migranti. Si chiama “Italia” la barca che vinse le Olimpiadi a Berlino nel 1936 e che è stata offerta al Comune dalla Lega Navale presieduta da Alfredo Vaglieco, che fornirà il supporto tecnico all’iniziativa.

Si partirà alle ore 10, dal Molosiglio. A de Magistris si uniranno anche Mimmo Lucano, l’ex sindaco di Riace, e Leoluca Orlando, il sindaco di Palermo, l’assessore Nino Daniele, e altri amministratori del Sud. “Italia”, lunga 13 metri e mezzo, raggiungerà lo spazio d’acqua davanti al Castel dell’Ovo dove dovrebbero aggregarsi una sessantina di imbarcazioni. Sono barche di privati che hanno aderito alla manifestazione lanciata dal sindaco il 26 gennaio al teatro Augusteo, dopo la mobilitazione per i 49 migranti della Sea Watch a cui era stato impedito di sbarcare. Questa è la flotta promessa da de Magistris che dovrebbe sfilare fino a Palazzo Donn’Anna tra boe segnalate in mare.

L’iniziativa è nata a gennaio a seguito dell’appello sul sito web del Comune per gli aiuti alla Sea Watch, con le 5.600 mail registrate che furono trasformate in inviti per la riunione dell’Augusteo. Oltre al corteo del mare  avrà luogo un’altra regata composta da 90 barche per le selezioni del campionato Optimis per bambini e una ventina di barche d’epoca del circolo Savoia. Per la serata del 29 giugno è confermato anche un concerto con il palco allestito in via Nazario Sauro.

«Non sarà l’unica iniziativa sul tema dell’accoglienza nel programma per l’estate», dichiara l’assessore alla Cultura Nino Daniele, anche se non è stato ancora divulgato il nome degli artisti che si esibiranno: filtra il nome di “Les Amazones d’Afrique”, supergruppo africano della world music.