Se è un sogno, vi prego non svegliatemi… Quanti tifosi napoletani staranno pensando proprio questo dopo l’ultima di una lunga serie di grandi prestazioni e vittorie? Sì, dopo l’exploit di Roma contro la Lazio è aumentata in maniera esponenziale la convinzione di squadra e tifosi che trattasi dell’anno buono, quello del terzo scudetto! Il calendario mette di fronte agli azzurri una neopromossa che sta ben figurando e che non va sottovalutata per nulla, quella Spal di Leonardo Semplici che annovera tra le propria fila Marco Borriello, attaccante napoletano a cui bisogna fare sempre particolare attenzione.
Sarri cerca la sesta vittoria consecutiva e sarebbe un peccato clamoroso sciupare la ghiotta occasione di rimpinguare il già lauto bottino; il mister made in Bagnoli stavolta farà qualche cambio, probabilmente più di uno, dopo che per due gare si è affidato agli stessi uomini (eccezion fatta per Hysaj che a Roma ha rifiatato ed è stato sostituito in maniera egregia dal “vecchio” Maggio).
Chissà se finalmente Maksimovic giocherà un minuto (darebbe un po’ di riposo all’esuberante pantera Koulibaly) e se Diawara Zielinski dal primo minuto riscatteranno l’opaca prestazione di Charkiv; e chissà se in avanti qualcuno dei tre folletti partirà dalla panchina (remota l’ipotesi panchina per il “cannibale” Mertens). I dubbi sulle decisioni del mister avranno il loro epilogo naturalmente al momento della comunicazione delle formazioni ufficiali, è ovvio che bisognerà tener conto della già decisiva sfida del San Paolo di martedì prossimo contro il Feyenoord: noi la buttiamo lì, e se fosse la gara di Rog?

A proposito dell'autore

Marco Silva

Post correlati