MERET 7,5: poco lavoro fino alla segnalazione del recupero quando prima su Paloschi e soprattutto su un colpo di testa di Fares è determinante per la vittoria partenopea. Il portiere del futuro, ma anche del presente.

HYSAJ 5,5: partita normale, cerca anche qualche avanzata ma come sempre non incide. Ripresa meno arrembante e nel finale un suo errore su un controllo regala un angolo pericoloso alla Spal.

ALBIOL 7: sblocca l’incontro e risulta decisivo per la vittoria. Elegante negli interventi che risultano anche puntuali. Un piccolo neo quando si perde Paloschi nel recupero.

KOULIBALY 7: altra fantastica prestazione del gigante azzurro che cancella gli avanti ferraresi spaventandoli con la sola ingombrante presenza. Numerosi gli interventi che vengono sottolineati dagli applausi del pubblico. Che se lo coccola e per il momento se lo tiene stretto.

GHOULAM 6: fisiologico il calo di brillantezza per Faouzi alla terza consecutiva di campionato dall’inizio. Punto di riferimento del gioco del Napoli che si appoggia sull’algerino in maniera quasi naturale. Non incide però risultando poco preciso al cross. Al suo posto entra LUPERTO 6 che dimostra ancora una volta di avere tanta qualità e di meritare la fiducia di Ancelotti.

CALLEJON 6: gara ordinata, lineare, ordinata ma non arriva il tanto atteso squillo. Cerca di sbloccarsi ma puntualmente i calciatori della Spal si immolano e lo ribattono.

ROG 6,5: schierato quasi a sorpresa, sembra più spigliato ed a suo agio. Sfiora il gol dopo pochi minuti ed è nel vivo del gioco. Fa sentire la sua vigoria e si becca la solita ammonizione dopo tanti contrasti e qualche fallo di troppo. Esce per non rischiare ulteriori sanzioni per FABIAN RUIZ 6 subito incisivo e pericoloso con un assist di destro per Koulibaly che spreca e tante giocate mai banali e sempre notevoli. Poi però sbaglia tanti palloni anche in maniera banale e si spegne.

HAMSIK 5: non vogliamo sembrare cattivi, anzi vorremmo vederlo come ai bei tempi. Gioca numerosi palloni ma raramente se non mai verticalizzando e risulta prevedibile e lento. Si fa ammonire all’inizio di una ripresa che non lo vede emergere mai. Sembra un ex calciatore.

ZIELINSKI 5,5: l’inizio gara lascia presagire un pomeriggio diverso invece il polacco lentamente si immalinconisce e smarrsice la verve dei primi minuti. Rimandato.

INSIGNE 5: forse il peggiore della compagnia, quello che più delude viste le sue enormi qualità. Si nota positivamente per una giocata con Mertens a velocità supersonica con Lorenzo che manda in porta Dries che colpisce però soltanto il palo. Sperando che lasci il segno già alla prossima…

MERTENS 5,5: sulla falsariga di Insigne, con quel palo che grida ancora vendetta. Pochi spunti ma più nel vivo del suo compagno di reparto: un suggerimento delizioso per Hysaj ed un destro che non gli parte come avrebbe desiderato. Esce nel finale per DIAWARA s.v.

ANCELOTTI 6: in barba alla paura di pericolose diffide si affida ai migliori. Partita sempre in pugno ma non ci si può permettere di non chiudere le gare e rischiare così tanto. Ma Carletto da oggi può contare su un fenomeno, Alex Meret .