Volumi ingenti di vodka, rhum e whisky importati illegalmente in Italia dall’organizzazione criminale transnazionale sgominata oggi all’alba dalla Guardia di Finanza di Caserta in collaborazione con la Procura di Napoli Nord. Venticinque le misure cautelari, 13 arresti in carcere, 10 arresti ai domiciliari e 2 obblighi di presentazione, nei confronti dei altrettanti indagati. I finanzieri hanno sequestrato anche beni per 80 milioni di euro. Scoperta una evasione delle accise per 20 milioni; ammontano a 4,3 milioni i litri di alcol venduti in nero in Italia e Nord Europa. La base operativa dell’organizzazione era collocata a Napoli e Caserta ma le sue ramificazioni sono state individuate tra centro e nord Italia e anche in Paese comunitari ed extra Ue, come Azerbaijan e Serbia. I due capi del gruppo sono risultati residenti nelle province di Caserta e Avellino.

A proposito dell'autore

Barbara Caputo

Post correlati