Una pelletteria che non rispettava alcuna prescrizione circa lo stoccaggio e lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e materiali altamente cancerogeni è stata scoperta questa mattina dalle fiamme gialle nel quartiere Sanità a Napoli. I militari nel corso dei controlli hanno trovato all’interno dell’opificio due lavoratori irregolari, privi di contratto e contributi. Una persona è stata denunciata.

All’interno del negozio erano presenti diverse apparecchiature per la produzione come macchine da taglio, cucitrici e spillatrici. Sono anche stati rinvenuti materiali per la lavorazione di articoli in pelle pericolosi per l’ambiente: flaconi di prodotti chimici, scarti di pellame, tinture, collanti e altri residui. I militari del I Gruppo Napoli – Secondo Nucleo Operativo Metropolitano – hanno posto i sigilli all’intera struttura, riscontrando che l’esercizio commerciale operava senza documenti che attestassero il corretto smaltimento dei rifiuti prodotti.