Sono oltre 100 le misure cautelari emesse questa mattina nei confronti di presunti esponenti delle cosche Contini, Mallardo e Licciardi. I provvedimenti cautelari sono stati eseguiti dai carabinieri del Ros e del Comando provinciale di Napoli, in collaborazione con la Polizia di Stato e la Dia. Contestualmente la Guardia di finanza ha sequestrato l’ingente patrimonio accumulato dai clan. Nell’ambito dell’operazione contro ‘l’alleanza di Secondigliano’, sono stati eseguiti 126 arresti e sequestrati bei per 130 milioni.
Oltre ai provvedimenti cautelari la guardia di finanza ha sequestrato dei beni riconducibili alle persone arrestate: un ingente patrimonio accumulato in modo illecito dai clan. Al momento non si conoscono ulteriori dettagli dell’operazione denominata “Cartagena”, che è partita da Napoli ma riguarda tutto il territorio nazionale. Alle 11 è prevista una conferenza stampa in procura a Napoli durante alla quale parteciperanno il procuratore capo Melillo e i vertici della polizia giudiziaria.