Napoli-Roma 1-0:le pagelle.

 

Gli azzurri con un colpo di coda battono una grande Roma e si avvicinano ai giallorossi per tentare di conquistare il secondo posto in campionato.

 

REINA 7,5: straordinario in più di un intervento,fa ripartire l’azione in modo efficacissimo. Divino.

 

MAGGIO 6: la Roma sulle fasce va che è una meraviglia quindi lui deve badare a difendere. Se la cava.

 

FERNANDEZ  7: ormai sta diventando il leader della difesa. Bravissimo in più di una chiusura.

 

ALBIOL 6: non sicurissimo,si aiuta non badando all’estetica. Nel finale bravo a fare muro.

 

GHOULAM 7: non scende quasi mai,cerca di fare un lavoro diligente in difesa con buone diagonali. Mezzo voto in più per lo straordinario cross per il gol di Callejòn.

 

INLER 6: non fa i soliti errori di misura. Fa una partita di puro combattimento,il centrocampo soffre ma era prevedibile.

 

DZEMAILI 5: timido da morire, sembra un bambino chiamato a giocare in una partita tra adulti. Sbaglia l’impossibile,la cosa migliore per assurdo la fa poco prima di uscire con un assist per Callejòn che si fa ipnotizzare da De Sanctis.

 

CALLEJÒN 7,5: se il Napoli vanta ancora qualche speranza per il secondo posto lo deve allo straordinario colpo di testa che va a togliere le ragnatele all’incrocio dei pali di De Sanctis. Questo dopo essere stato il solito moto perpetuo e il più pericoloso dei suoi.

 

HAMSIK 5: troppo brutto per essere vero.Non è ancora uscito da quel tunnel in cui è entrato durante l’infortunio. Sveglia ragazzo!

 

MERTENS 6: all’inizio sbaglia insolitamente tanto. Cresce col passare dei minuti e contribuisce alla vittoria degli azzurri.

 

HIGUAIN 6: ce la mette tutta contro l’arcigna difesa giallorossa. Sparisce un pò nella ripresa ma si applica  e tiene sempre in apprensione la difesa avversaria.

 

Subentrati: Henrique 6, si pone davanti alla difesa regalando centimetri e muscoli in mezzo al campo. Insigne 6 entra e gioca venti minuti di sacrificio. Pandev s.v. ultimi minuti per timbrare il cartellino.

 

BENITEZ 7: si trova a fare i conti con le assenze dell’ultimo minuto di Jorginho e Bherami e scusate se poco. Il Napoli soffre ma alla fine vince una partita grazie alla mentalità che ha portato il suo mister. I napoletani le sono grati,don Rafé..