Gli agenti del commissariato Vomero di Napoli  ieri si sono presentati presso una clinica privata cittadina, dove hanno sequestrato le cartelle cliniche di una donna ricoverata il giorno prima e ha partorito il suo neonato senza vita. L’informativa della Polizia sarà ora sottoposta al vaglio dei magistrati della Procura che indagano per chiarire se ci sono responsabilità.

Appresa la notizia i familiari della donna, in preda alla rabbia, hanno danneggiato due fioriere e un vetro della struttura. I parenti, convinti che il parto fosse stato ritardato in attesa dell’esito del tampone, praticato alla donna appena giunta in clinica.

Secondo indiscrezioni sembrerebbe che la signora oltre ai dolori pre-parto, accusava anche la febbre. In clinica si sono recati anche gli agenti della polizia scientifica, che hanno eseguito i rilievi.