Dopo il successo di martedì in Champions il Napoli vuole proseguire la sua inarrestabile corsa in campionato dove viaggia a vele spiegate. Sinora 6 vittorie su altrettante gare per la collaudata armata di mister Sarri che è attento e concentrato nel tenere i suoi lontano da riflettori, proclami o quant’altro; certo e’ che la possibilità del settimo successo stuzzica e non poco il tecnico di Bagnoli. Al San Paolo arriva un Cagliari double-face: i sardi infatti riescono ad alternare prestazioni di tutto rispetto ad altre uscite a dir poco imbarazzanti e prive di particolari spunti. Una vera e propria incognita per la squadra partenopea che però ha imparato a non sottovalutare avversari di caratura medio-piccola, anzi sotto questo aspetto c’è stata una rivoluzione significativa. A Fuorigrotta si giocherà domenica alle 12:30 (appuntamento che a Sarri non va proprio a genio); poche le novità previste per quanto concerne la formazione iniziale, probabilmente una sorpresa potrà riservarla esclusivamente una scelta tra i tre di centrocampo. Maksimovic giocherà, udite udite, la sua terza gara consecutiva da titolare (inutile rischiare un Albiol non ancora del tutto ripreso dal problema alla schiena); scontato il tridente dei piccoli indemoniati, in mezzo al campo sembrano Allan e Jorginho, i più seri candidati ad affiancare Hamsik dal primo minuto. Insomma, il Napoli cerca di allungare la serie record di vittorie e non può  essere il Cagliari, con tutto il rispetto, a far paura a questo entusiasmante gruppo. Sarà Napoli 7 bellezze?