Hanno raccontato di essere stati entrambi feriti alle gambe durante una presunta rapina, i due adolescenti di 14 e 15 anni, che la scorsa notte si sono recati nell‘ospedale Vecchio Pellegrini di Napoli con ferite d’arma da fuoco agli arti inferiori. Ad avvertire i carabinieri sono stati i medici. I due minorenni sono stati giudicati guaribili in due settimane.

Ai militari i due hanno riferito di essere stati vittime di un tentativo di rapina nella zona “Vergini” del rione Sanità. Sono in corso indagini per ricostruire l’accaduto. Da quanto trapela da fonti investigative, però, le due versioni sarebbero discordanti. Inoltre, il 14enne è risultato figlio di un noto affiliato al clan Contini, arrestato insieme con il reggente della famiglia malavitosa, di cui secondo gli inquirenti, era “il braccio destro”.