La partita Inter-Napoli dello scorso 26 dicembre è stata una delle pagine più nere e vergognose dello sport italiano degli ultimi anni, per gli insulti razzisti lanciati contro il giocatore senegalese Kalidou Kulibaly e per gli scontri fuori dallo stadio che hanno causato la morte dell’ultrà Daniele Belardinelli. Un episodio che a visto entrambe le tifoserie dare il loro peggio e svilire ulteriormente  l’atmosfera di uno sport, già macchiato da tanti scandali.

Cosi i due sindaci Beppe Sala di Milano e Luigi de Magistris a Napoli, hanno deciso di collaborare contro il razzismo. Sala sarà a Napoli il martedì 26 febbraio (alle 16 nella Sala del Capitolo del Complesso Monumentale di San Domenico Maggiore) per l’iniziativa “Napoli – Milano: unite nelle diversità”. Mentre de Magistris si recherà a Milano il prossimo 12 marzo.

Il tema degli incontri sarà la “lotta alla discriminazione, in difesa dei principi e dei valori della Costituzione”. Gli organizzatori hanno sottolineato che le due città vogliono confrontarsi su tematiche di grande attualità. Questo sarà l’obbiettivo dei meeting che affronteranno temi quali le autonomie e lo sviluppo per cercare di valorizzare le differenze di due territori diversi, ma con il progetto comune di un paese unito e, soprattutto, solidale che cammina  verso un unico obbiettivo.