Napoli dichiara guerra a chi abbandona deiezioni canine. Verrà presentato questa mattina, presso la Sala Giunta del Comune di Napoli, il nuovo sistema per educare i cittadini che portano a spasso il loro amico a quattro zampe per le vie della città. Nel corso della tavola rotonda dal titolo “Prevenzione dei rischi sanitari determinati dalla popolazione canina in ambiente urbano mediante estrazione del DNA”, verrà illustrato ai cittadini come adempire ai nuovi obblighi, previsti dall’ordinanza comunale, che obbliga tutti i possessori di cani a sottoporre il proprio fido all’esame del DNA. In collaborazione con le Asl di Napoli verrà elaborato un database in cui sarà possibile risalire al proprietario del cane a partire dall’analisi del Dna estratto dalla deiezione abbandonata. Coloro che non sottoporranno il loro cane alla lettura del DNA, verranno sanzionati con una multa da 25,82 euro a 154,94 euro, mentre per coloro che abbandonano le deiezioni per la strada, la sanzione sarà di 500 euro. Napoli città apripista di questo provvedimento che, in Italia, è stato sperimentato a Capri per evitare che cittadini e turisti trovino le vie imbrattate dagli escrementi.

A proposito dell'autore

Post correlati