Napoli ieri: il Parco Virgiliano o… il Parco dell’Amore dei napoletani

Il Parco Virgiliano, fu realizzato negli anni 20’ dello scorso secolo, ed inaugurato nel 1930 col nome di Parco delle Rimembranze, per commemorare i Caduti della Grande Guerra. Sorge nel quartiere Posillipo, in una posizione straordinariamente panoramica poiché è possibile vedere, in un solo colpo d’occhio, le isole di Procida, Ischia e Capri, l’isolotto di Nisida, la Baia di Trentaremi con i suoi resti archeologici, il golfo di Pozzuoli, i quartieri di Agnano e Fuorigrotta, l’Eremo dei Camaldoli, Monte di Procida, il Vesuvio, la costa vesuviana, la Penisola Sorrentina, ed il centro di Napoli.

Si estende su un’area di circa 92.000 mq sulla punta estrema della collina di Posillipo, come una grande distesa di verde terrazzato, arricchita da centinaia di alberi e di arbusti di diverse specie: lecci, olivi, roveri ed un denso sottobosco con piante di mirto, rosmarino e fillirea.

Negli anni del dopoguerra, per iniziativa del pedagogista e storico Guido Della Valle, il Parco assunse il nome di Virgiliano in onore del poeta romano. Nel 1997, dopo un lungo periodo di degrado in cui era diventato solo luogo di “intimità per coppiette“,  il Parco fu sottoposto ad una lunga operazione di riqualificazione e restauro, terminata nel 2002, ed oggi, al suo interno vi sono un anfiteatro per spettacoli ed una pista di atletica gestita da associazioni sportive.

Se vuoi vedere la Napoli di ieri, consulta il nostro archivio di foto storiche clicca qui

If you would like to see Naples of yesterday, go to our historical pictures archive, by clicking on this 

…e se ti piace l’articolo, condividilo sulla tua pagina facebook, ci aiuterai a far conoscere Napoli e Napoliflash24