Nel corso della riunione è stato fatto il punto sulla situazione dell’ordine e della sicurezza pubblica in ambito metropolitano. In particolare, sono stati esaminati alcuni episodi di furti nei confronti di esercizi commerciali in alcune aree centrali del capoluogo ed è stata disposta l’intensificazione dei controlli“. La prefettura di Napoli non indugia, e dopo i fatti incresciosi dei giorni scorsi capitati ad alcune attività del centro, comunica l’aumento della sorveglianza sul territorio. La disposizione è stata decisa dal Coordinamento interforze, che si è riunito questa mattina nel palazzo dell’ex Foresteria Borbonica. Presieduta dal prefetto di Napoli Marco Valentini, la riunione ha raccolto la partecipazione dei vertici provinciali delle forze dell’ordine e del capo centro Dia.

Solo qualche giorno fa, le cronache registravano l’esasperazione dei commercianti di via Toledo, i cui stabili sono stati colpiti in pieno coprifuoco con la cosiddetta tecnica della spaccata: il facinoroso piccona il vetro, raccoglie tutta la merce possibile e se la dà a gambe levate. In pochi giorni ben tre attività del centro sono state derubate – una delle quali anche più di una volta. E i commenti a caldo della Federcommercio campana non potevano che essere durissimi, a tal punto da invocare un lockdown generalizzato, in quanto “unico modo per controllare chi gira non rispettando le regole“.

Dalla parte delle vittime di questa attività illegale, tornata tristemente di moda, si è schierata Alessandra Clemente, candidata sindaco alle prossime elezioni di Napoli. Assieme al presidente del consorzio di imprese Toledo Spaccanapoli Rosario Ferrara, l’assessore ha fatto visita ad uno dei commercianti vessati due giorni fa, allorquando chiedeva al Prefetto “di potenziare le misure più idonee a scongiurare la reiterazione del fenomeno nel prossimo Comitato Provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica, ringraziando le forze dell’ordine che sono già intervenute con tempestività e dedizione“. Una misura tampone già ratificata, e operativa dalla giornata di domani.