Vittoria senza problemi al termine di un dominio totale da parte degli azzurri che regolano il Frosinone con due gol per tempo: sblocca Zielinski con una rasoiata in diagonale di sinistro, raddoppia con un bolide dalla distanza Ounas. Nella ripresa il protagonista è Arek Milik che fa due gol e fissa il risultato sul 4-0. Giornata felice per il Napoli che ha rivisto in campo per 90′ sia Ghoulam che Meret e nel finale ha scoperto il tedesco Younes. In vista della decisiva sfida di Anfield una prova incoraggiante.

MERET 6: il San Paolo finalmente scopre il portierino dal futuro assicurato ma anche parecchio sfortunato. Pronto sul pallonetto di Maiello mentre rischia solo per un malinteso con Luperto.

HYSAJ 6,5: gara spigliata per l’albanese che copre in maniera impeccabile e spinge con grande continuità. Peccato per quei cross che proprio non sono nelle sue corde.

LUPERTO 6: torna dopo tanto tempo e gioca finalmente nel suo ruolo, quello di centrale. Giornata senza particolare lavoro, mette lo zampino nell’azione che porta al gol di Zielinski.

KOULIBALY 6,5: è vero, il lavoro è quasi nullo lì tra le retrovie ma Kalidou trova sempre il modo o l’intervento per strappare applausi. Il 2-0 di Ounas nasce da una sua prorompente uscita.

GHOULAM 7,5: è sicuramente il terzino più forte del campionato ma forse è troppo riduttivo. Così come è riduttivo considerarlo semplicemente un terzino; torna dopo più di un anno sfortunatissimo e fa vedere subito quanto è fondamentale in questa squadra e quanto risulti essere un fattore. Attaccante aggiunto, sfiora due gol, tra cui uno direttamente da angolo, e confeziona due assist per Milik che ringrazia. Ed era la sua prima gara…

OUNAS 7: un primo tempo da giocoliere autentico, probabilmente anche troppo irridente in alcune giocate. Splendido il sinistro terrificante che fulmina Sportiello e mette il risultato al sicuro già sul morire del primo tempo. Anche nel secondo tempo è vivace e cerca assist a ripetizione mentre in una occasione si mette in proprio e per poco non sorprende il portiere avversario. Esce, causa un piccolo problemino alla spalla, per YOUNES 6 pochi minuti che certificano però la bontà del calciatore tedesco alla prima presenza in azzurro. Efficace ed apprezzabile anche per il lavoro oscuro in fase difensiva, il 4-0 finale nasce tutto da una sua iniziativa.

ALLAN 6,5: buona partita del brasiliano che non ha bisogno più di tanto delle sue giocate di forza. Si limita al buon giro palla partenopeo volto a scardinare l’arroccata formazione ciociara.

HAMSIK 6: pulito nel liberarsi del pallone, sbaglia soltanto in un paio di occasioni il filtrante ultimo passaggio. Esce a 10 minuti dal termine per DIAWARA s.v. ma palesemente in difficoltà il ragazzo. Entra ed in un minuto e mezzo sbaglia il primo passaggio in maniera clamorosa e fa due falli.

ZIELINSKI 6,5: finalmente positivo il polacco che non eccede in particolari personalismi e si adopera al servizio della squadra. Bello il suo sinistro a sbloccare il match.

INSIGNE 6: chiaramente con la testa a Liverpool, non è cattivo e dentro la gara come al solito. È lui comunque ad azionare il sinistro vincente di Piotr ad inizio contesa. Esce per ROG s.v.

MILIK 7,5: primo tempo in chiaroscuro, non ha molte occasioni per accendersi e quando tira a botta sicura dopo una bella triangolazione con il connazionale Zielinski viene murato da Capuano. Nel secondo tempo invece fa doppietta: prima svetta di testa su un cross da angolo e poi sigla un gol di rapina sul filo del fuorigioco in entrambe le occasioni azionato dal fenomenale Ghoulam. Sale a 7 reti, nonostante le poche presenze ed un momento di appannamento che sembra però superato.

ANCELOTTI 7: evita spiacevoli sorprese presentando una formazione che sembra subito partire all’assalto, con la giusta convinzione. Finalmente può avere abili ed arruolabili in un solo colpo Meret, Ghoulam e Younes e le risposte sono tutte positive. Ed ora c’e Anfield…