Visita teatralizzata al Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore scritta e diretta da Febo Quercia
con Mario Di Fonzo, Annalisa Direttore, Valeria Frallicciardi, Peppe Romano

Sabato 9 marzo ore 19.00, NarteA propone una visita teatralizzata presso il Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore (piazza San Gaetano, 2), negli spazi della Neapolis sotterrata va in scena Napoli, fantasmi ed altre storie, un modo per raccontare un luogo della città antica, che costituisce uno dei vertici magici di Napoli. Misteri, leggende, dicerie, segreti che si rincorrono nel centro storico partenopeo, sono raccontati in una visita teatralizzata, scritta e diretta da Febo Quercia, come una sorta di itinerario del mistero. In scena, oltre alla guida NarteA, gli attori Carlo Caracciolo, Andrea Fiorillo, Daniela Ioia, Valeria Frallicciardi. La partenza del primo turno è prevista alle ore 19.00. Per partecipare all’evento è necessaria la prenotazione ai numeri 339 7020849 o 333 3152415. 

Il Complesso Monumentale di San Lorenzo Maggiore, con le sue grandiose proporzioni, frutto di una lunga stratificazione storica, affascinante esempio di architettura greco-romana, accoglierà per una sera le storie di quegli spiriti inquieti che attraversano il dedalo dei vicoli partenopei. Sono anime legate ai luoghi della città antica da vicende in cui si confondono realtà e fantasia, verità e dicerie. Storie che nascono dal mistero e che nel mistero continuano a percorrere i secoli e la storia: Maria D’Avalos e Fabrizio Carafa con il loro amore coperto da sangue e vergogna; Giuditta Guastamacchia, un diavolo di donna nel corpo di un angelo che indusse uomini a violenze e misfatti; le vicende personali di due grandi intellettuali come Matilde Serao e Benedetto Croce, il cui pensiero aleggia ancora tra le strade della città, guidando inconsapevolmente i suoi abitanti. Per una notte sola questi illustri spiritelli napoletani, resi celebri dalle leggende tramendate su di loro, si fermeranno a parlare e racconteranno tutta la verità sulle loro vite tormentate e scabrose.

Entro i confini della Napoli esoterica, NarteA propone una notte dei fantasmi napoletani, per vivere l’atmosfera della festività dei morti in un luogo simbolo della città, dove superstizione, mistero, arte, si fondono continuamente con la cultura partenopea e contribuiscono a creare un’atmosfera unica.