Napoli esoterica attraverso video
tour interattivi

Un nuovissimo modo di conoscere la Napoli esoterica attraverso video
tour interattivi, facilitati da “assistenti di viaggio”
specializzati in materie storico-filosofiche.
IVI (acronimo di  Itinerari Video Interattivi) è stato definito “Il più
inconsueto e aveniristico degli itinerari nel patrimonio storico,  artistico e culturale di Napoli”. Si tratta di un nuovo modello di tour, unico in Italia, che si avvale di occhiali LCD e alterna  contenuti video (creati ad hoc) a racconti storici e suggestioni
esoteriche.  Il “Progetto IVI” gode del Patrocinio
dell‘Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli ed è stato
presentato ufficialmente in occasione della manifestazione “Maggio
dei Monumenti”.  Nasce da un’idea di Salvatore Forte,
studioso di esoterismo da più di trent’anni, e Francesco Afro
de Falco, regista, e si basa su un nuovo format di visita guidata che
alterna il reale al virtuale.  Napoli è una città ricca
di percorsi esoterici ancora del tutto sconosciuti o poco valorizzati.

L’unicità di IVI – Itinerari Video Interattivi è
mettere in sinergia l’arte cinematografica e l’approfondimento
culturale, e di evidenziare collegamenti storico-filosofici
“scritti” nei monumenti, ma finora ignorati.
Il primo  tour tematico proposto da IVI è “Giordano Bruno: Il
Rinascimento napoletano e la tradizione egizia segreta”.
Il  percorso si sviluppa nel centro storico di Napoli: si parte dalla
chiesa di San Domenico Maggiore (XIV sec.), si prosegue nel cortile del
Convento  di San Domenico Maggiore (dove Giordano Bruno studiò per
quattordici anni), per poi giungere davanti alla Cappella Pontano
(1492) earrivare infine a Largo Corpo di Napoli, dove so trova la Statua del
  Nilo. Indossando le lenti LCD, i turisti potranno quasi salire su
una “macchina del tempo” e rivivere Napoli come
all’epoca del Rinascimento e del grande filosofo nolano.
I visitatori saranno accompagnati nel percorso non da semplici “guide
turistiche”, bensì da speciali “Assistenti di
Viaggio”, esperti in materie storico-filosofiche.
Si tratta di  giovani sociologi, attori e storici dell’arte, preparati con
specifici corsi di formazione, che saranno in grado di offrire
ulteriori  spunti per ricostruire l’inedito racconto esoterico di questa parte
della città, basato Giordano Bruno.su prove  documentate.
A Napoli esistevano infatti culti iniziatici
proveniente dall’antico Egitto, specificatamente dalla colonia
alessandrina stabilitasi in città già dal II secolo a.C.,
alla cui tradizione era anche segretamente legato a Giordano Bruno.

Giordano_Bruno_Campo_dei_Fiori_cropped

  Finito l’affascinante viaggio tra reale e virtuale, i
turisti potranno, grazie ad un’app scaricabile dagli smartphone,
accedere a contenuti multimediali aggiuntivi.
I filmati originali, visibili con gli occhiali LCD durante le visite, sono stati realizzati
dall’ASCI (Associazione Scuola di Cinema Italiana) di Napoli.
I contenuti del tour sono in gran parte inediti e verrano
anche esposti in una guida di prossima pubblicazione dal nome Il
Rinascimento napoletano e la tradizione egizia segreta (di Salvatore
Forte, Edizioni Narcissus 2015), 10EUR, scaricabile, ora anche come
e-book sui  principali bookstore online).  “Giordano Bruno: Il Rinascimento
napoletano e la tradizione egizia segreta” è solo il primo di
una serie di itinerari tematici che saranno progressivamente
sviluppati.

Sabato 30, Domenica 31: pomeriggio ore17,00 e ore18,30.
“IVI Itinerari Video Interattivi” (ndv)
prenotazione obbligatoria tel. 08119485763 / 3483976244
www.projectivi.it;
info@projectivi.it