Non brilla il Napoli ma batte comunque un Empoli non pervenuto per quasi un’ora; i toscani tengono nel primo tempo grazie soprattutto ad un bravissimo Skorupski, prodigioso su Callejon. Lo stesso spagnolo serve ad inizio ripresa il pallone che Mertens deposita in rete per il tanto sospirato vantaggio partenopeo; la formazione di Martusciello allora, quasi come si fosse liberata da un enorme fardello, si scuote e prende coraggio e dopo un miracolo del proprio portiere su Jorginho, fa venire i brividi al pubblico del San Paolo con una traversa e susseguente intervento di Reina su un tiro a botta sicura di Maccarone. Ci pensa il rumeno Chiriches a raddoppiare sugli sviluppi di un calcio d’angolo e regalare la tranquillità al Napoli. Seconda vittoria consecutiva dopo il blitz di Crotone: e sabato c’è la Juventus…
REINA 7: sembra aver ritrovato la determinazione e la rabbia sportiva che gli riconoscevamo, e poi compie quella parata su Maccarone veramente straordinaria…
MAGGIO 5,5: primo tempo senza aver nessun tipo di problema ma mancano gli inserimenti a lui cari; prova ad accelerare nella ripresa in un paio di circostanze ma con scarso costrutto. Martusciello inserisce Croce a metà ripresa ed il laterale veneto comincia a soffrire le pene dell’inferno, Sarri quindi lo sostituisce con HYSAJ s.v.
 
CHIRICHES 6,5: elegante ed efficace, soffre solo quando a metà ripresa la squadra si distrae e perde tranquillità facendo poco filtro. Nella sua prima da titolare in campionato quest’anno trova anche il gol, quello del 2-0.
KOULIBALY 6,5: prova da leader, anche quando la squadra si disunisce e concede qualcosa all’Empoli il senegalese si erge a protagonista con il suo tempismo e la sua fisicità.
GHOULAM 5,5: non una gara da ricordare per l’algerino che si limita al compitino laddove invece poteva fare davvero male agli avversari. Sbaglia qualche cross di facile esecuzione.
ALLAN 6: gioca con determinazione senza strafare, non riesce però ad incidere in fase offensiva. Al suo posto entra HAMSIK 6,5 che ha un impatto importante con la partita, sembra avere l’argento vivo addosso e nell’occasione del gol di Chiriches è decisivo nell’aggiustare di testa il cross di Ghoulam per il rumeno.
JORGINHO 6,5: Sarri lo ripropone dopo la parentesi-Diawara di Crotone; l’italo-brasiliano si riprende il centrocampo giocando una partita gagliarda. Cala alla distanza e viene sostituito da DIAWARA s.v.
 
ZIELISKI 6: una delle prestazioni meno brillanti da quando indossa la maglia del Napoli, chissà se influisce l’avversario, quell’Empoli che lo ha lanciato sui palcoscenici del grande calcio. Qualche strappo dei suoi ma in generale nulla di trascendentale.
CALLEJON 7: nel primo tempo vicino al gol di testa su assist perfetto di Insigne e su un diagonale che vede Skorupski opporsi miracolosamente. Nella ripresa l’assist per Mertens e tanta corsa; sempre nel vivo della manovra azzurra.
MERTENS 7: ci sta prendendo gusto a fare la punta; movimento eccezionale e fuga verso la porta avversaria conclusa con un tiro lento sulla cui respinta quasi non ribadisce a rete ( ancora bravo l’estremo difensore empolese), poi il gol dell’importante vantaggio azzurro e tante altre giocate che certificano un dato incontrovertibile e cioè che attualmente è il calciatore più in forma a disposizione di Sarri.
INSIGNE 6: anche se in condizioni psicologiche non semplici nel primo tempo sfodera un paio di assist che meriterebbero di essere finalizzati con il gol. Nella ripresa comincia a sbagliare e sente il brusio del pubblico che lo condiziona in maniera palese. Da ritrovare.
SARRI 6,5: sta cercando di ritrovare la sua squadra attraverso il lavoro per recuperare quelle convinzioni che erano state il punto di forza di una squadra che comunque nel primo tempo ha quasi ottenuto l’80% di possesso palla (!). Chiaro che il momento è quello che è, e le sbavature di metà ripresa vanno assolutamente cancellate per gli incontri futuri ben più insidiosi. Si riparte!