Il corpo senza vita di Fortuna Bellisario, 36 anni, è stato trovato questo pomeriggio all’interno della sua abitazione in corso Mianella, nel quartiere Miano a Napoli. A chiamare i medici del 118 è stato, con una telefonata, il marito. Giunti nell’appartamento, i sanitari non hanno potuto far altro che constatare la morte della donna; sembra che i due coniugi avessero litigato e l’uomo abbia percosso la moglie fino ad ucciderla. Prende quindi corpo l’ipotesi che la causa del decesso, sia in qualche modo riconducibile alla lite violenta avvenuta poco prima.

Sull’accaduto indaga la Polizia, allerta dai sanitari che hanno soccorso Fortuna Bellisario. Sul posto è giunto anche il pm di turno, che ha interrogato il marito. Sulla vicenda c’è stretto riserbo da parte degli inquirenti che stanno ricostruendo l’accaduto e capire cosa ha scatenato la violenza omicida nei confronti di una donna di 36 anni. I vicini li descrivono come persone tranquille, mai discussioni violente, né urla. La coppia aveva tre figli, tutti minorenni, che al momento della morte della madre si trovavano fuori casa con la nonna.