Brutto risveglio questa mattina nella zona di Mergellina, dove è stata trovata una donna morta dissanguata in casa sua. Elisabetta Coppola, questo il nome della 66enne che apparteneva ad una nota famiglia di professionisti, versava in una pozza di sangue quando i Carabinieri di Napoli sono entrati nella sua abitazione. Una pugnalata inferta all’arteria femorale il motivo del decesso.

Stando a quanto riportato dai militari, di certezze sull’accaduto ce ne sono ancora poche. La Procura di Napoli ha subito aperto un’inchiesta per chiarire la dinamica dell’omicidio: che si tratti di una rapina finita male o di violenza domestica, non è dato sapersi. Nel frattempo sono giunti sul posto i Racis, gli investigatori della “Scientifica” dell’Arma, al fine di trovare le ragioni e l’autore di un delitto così efferato.

“C’erano pozze di sangue sparse in tutta la casa” affermano alcuni dei vicini di casa di Elisabetta Coppola.

A proposito dell'autore

Post correlati