logo-peepul

L’Associazione di volontariato Peepul  nasce per porre al centro dell’attenzione azioni di sensibilizzazione nei confronti dei soggetti disabili e con bisogni speciali. Spinta dallo scopo di abbattere le barriere culturali e strutturali che insieme a Cosy4you, progetto europeo no-profit  sul turismo accessibile che parte da Napoli, vuol “garantire” il diritto al turismo per tutti fino a rendere la Campania una meta turistica facilmente accessibile, determinando così la sua evoluzione civile e culturale.

Finanziato dalla commissione Europea, il progetto è stato realizzato in partenariato con il Comune di Napoli ed alcuni Tour Operators che promuovono il turismo accessibile, come: Flag s.r.l.Aritur s.r.l., Airon Tour s.r.l., Emmegi s.r.l., Ischia Business.

Quando parliamo di turismo per tutti  ci riferiamo ai bisogni dei disabili, anziani e di tutti gli altri soggetti con bisogni speciali. La progettazione di edifici, spazi esterni che favoriscano la mobilità, quindi fruibili a tutti e non solo nella quotidianità ma anche per interesse storico e culturale nonché turistico: monitorando il territorio, rilevandone l’accessibilità con la consulenza tecnica per l’abbattimento delle barriere e avvalendosi dell’aiuto di volontari ed operatori turistici formati e pronti ad accoglierli.

Conoscenza dei luoghi, beni e servizi turistici accessibili a 360 gradi della Regione Campania e di Napoli in particolare…

Il progetto è articolato, infatti, realizza itinerari turistici accessibili, rispondendo alle diverse esigenze di questa clientela. Esiste infatti un sito web ed una app che consentono a tutti di scegliere il proprio viaggio senza problemi. Gli esperti, infatti, monitorano costantemente le strutture turistiche accessibili con una mappatura continua, al fine di creare nuovi itinerari.

L’associazione si avvale della collaborazione di 100 volontari e delle prestazioni di consulenti per ogni ambito professionale, inoltre, progetta e realizza iniziative in diversi ambiti di vita (scuola, salute, mobilità, sport, lavoro, accompagnamento).

La conferenza stampa, tenutasi giovedì 12 marzo nella Sala Giunta a Palazzo San Giacomo, in presenza dell’Assessore alla cultura e al Turismo del Comune di Napoli Nino Daniele, a cui dobbiamo anche il suo intervento, è stata anche l’occasione per mostrare il progetto Cosy4you che mira ad offrire alle persone disabili la possibilità di svolgere attività di svago e turistico-culturali, accompagnati da operatori specializzati lungo percorsi testati ‘senza barriere’. Individuare le strutture accessibili, costruire attorno ad esse e di comunicare percorsi turistici che permettono di accedere alle bellezze che offre la città di Napoli e la regione Campania.

 

tavolorelatorijpgassdanielejpg

A dare il benvenuto agli ospiti, la presidente di Peepul Ileana Lepre che sottolinea l’importanza della “normalizzazione” della disabilità in ogni ambito sociale ed economico, come  lo sport ed il turismo o l’inserimento scolastico o lavorativo. La visione di una società di domani che in ogni ambito abbia abbattuto le barriere architettoniche e culturali all’accessibilità, garantendo la piena fruibilità a tutte le persone.

Un progetto che mira alla sensibilizzazione sia degli enti pubblici che delle imprese, oltre che nell’interesse e rispetto dei diritti sanciti ma, per l’interesse di un certo sviluppo economico dei singoli imprenditori e dell’intero sistema turistico.

Subito dopo l’intervento dell’Assessore Nino Daniele che definisce l’avvio di questo progetto un avvenimento di straordinaria importanza e significativo il fatto che giunga nel corso di una “stagione felice” per il turismo napoletano. Un segno positivo e distintivo –aggiunge- lavorare per rendere “accessibili” a tutti le bellezze naturali ed il patrimonio artistico della città; fattore di crescita molto promettente poi, l’educazione e la formazione specifica che verranno date al personale. Continua sottolineando l’importanza di potenziare l’offerta turistica verso utenti portatori di particolari esigenze, facendo attenzione alla cura dell’ambiente urbano e alla funzionalità dei servizi, affinché Napoli resti una delle capitali storiche del turismo internazionale, capace di distinguersi per la sua bellezza ma soprattutto per la cura e la qualità dell’accoglienza.

Sono intervenuti poi: Antonella Correra, responsabile TASK FORCE commissione europea in video streaming da Bruxelles che ha parlato del potenziale del turismo accessibile in Europa e delle “cifre da ricordare”.

Con il suo intervento, molto preciso sottolinea l’importanza della formazione, dell’orientamento, del supporto e delle informazioni per creare una nuova percezione del turismo accessibile e soddisfacendo i bisogni dei viaggiatori, oltre ad incoraggiare operatori del settore e ad attrarre più turisti, mantenendo i flussi costanti anche in bassa stagione.

Infine, in rappresentanza di tutti i Tour Operators e le agenzie partner per lo sviluppo del turismo accessibile, ha fatto il suo intervento Fabrizio Cantella dell’Airontour s.a.s. che, spiegando l’importanza del progetto ed il suo obiettivo, invita tutti sabato 28 marzo alle ore 12.00 nella Sala Tirreno alla Mostra d’Oltremare. In occasione della BMT dal 26 al 28 marzo 2015 Cosy4you avrà uno stand presidiato da tutti i soggetti che hanno partecipato alla realizzazione del progetto, per poter spiegare nel dettaglio le enormi possibilità di sviluppo agli addetti ai lavori.

Il Comune di Napoli in qualità di partner del progetto svolgerà le attività di promozione dei luoghi e servizi accessibili a 360 gradi in tutta la Regione, a partire dalla Città, e di comunicazione dei risultati di progetto. Napoli si propone quindi come esempio di best practice ad altri enti pubblici e privati operanti nel turismo in Italia, in Europa e nel mondo. Inoltre, numerosi dipendenti, a tutti i livelli, saranno coinvolti nei corsi di formazione perché possano avere tutto il know-how necessario a diffondere la cultura dell’accoglienza. Napoli si presenterà cosi come una città decisamente all’avanguardia e in prima linea nel venire incontro a cittadini e turisti con necessità speciali. Inoltre, anche la percezione della città è destinata a cambiare per diventare una città ’Cosy’, cioè accogliente, confortevole e nella quale si può vivere bene per un breve o lungo periodo grazie ad un’organizzazione fatta di persone professionali ma amichevoli, protettiva, assicurativa ma non soffocante o invasiva delle scelte personali.