Sono due cittadini di origine africana, i corrieri della droga arrestati questa mattina dagli agenti del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli in servizio presso lo scalo aeroportuale di Capodichino a Napoli. I passeggeri trasportavano complessivamente 11,300 kg di droga occultati all’interno dei bagagli da stiva.

I corrieri, un 45enne e un 23enne, giunti a Napoli con un volo proveniente da Parigi, stavano per lasciare l’Aeroporto quando sono stati fermati e sottoposti a controllo prima di allontanarsi dalla “sala arrivi”. Gli ufficiali addetti ai controlli, non convinti delle spiegazioni ricevute ed insospettiti da ulteriori segnali di “rischio”, hanno controllato i bagagli dei 2 soggetti rinvenendo 569 ovuli contenenti cocaina per un peso complessivo di 8,3 kg, e 3,1 kg di oppio all’interno di alcune bottiglie e confezioni per l’igiene intimo personale, pronti per essere distribuiti nelle “piazze dello spaccio” campane.

L’elevata purezza dell’ingente quantitativo di droga sequestrata avrebbe consentito alle organizzazioni criminali di immettere sul mercato nazionale circa 300mila dosi di droga per un guadagno complessivo di oltre 2 milioni di euro.