Matera e Napoli sono in testa a questa ondata di rinnovato interesse per le città d’arte. La pittoresca città lucana ha visto il turismo salire del 176 per cento dal 2010 al 2017 mentre nel capoluogo campano le visite sono aumentate del 91 per cento per lo stesso periodo. Questi i dati del Centro Studi Turistici di Firenze e Confesercenti in occasione del lancio della XXII Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte. In sette anni, i visitatori nelle città d’arte sono passati da 93,9 a 115,3 milioni, con un incremento complessivo del 22,8 per cento.

Sono prevalentemente le presenze dei turisti stranieri delle città d’arte che hanno hanno visto un incremento significativo, attirate dal fascino del nostro patrimonio culturale: i visitatori provenienti dagli altri paesi rappresentano oltre il 60 per cento delle presenze turistiche nelle città d’arte, spendendo per le loro vacanze culturali circa 13,9 miliardi di euro nel solo 2017. Si tratta del 38,3 per cento della spesa complessiva dei turisti stranieri in Italia. I visitatori di altri Paesi che vengono in Italia per motivi culturali spendono ogni giorno il 27 per cento in più: 133 euro rispetto ai 105 euro della media degli altri turisti stranieri che visitano il bel paese per altri motivi.