Napoli, un punto di riferimento per il resto d’Italia per la sua forte energia umana e culturale”, queste sono le parole del sindaco Luigi de Magistris che ha sottolineato gli enormi successi ottenuti dalla città partenopea nel campo dell’arte, della cultura e del turismo negli ultimi anni, rendendola un centro per un rinnovato umanesimo.

Il patrimonio culturale della città è rappresentato non solo dai tanti monumenti, ma anche dall’originale metropolitana che è stata definita una delle più belle del mondo, insieme a quella di Stoccolma, Mosca e Taipei, tanto da ottenere nel 2015 il prestigioso premio ITA, “l’oscar delle opere in sotterraneo”. Alcune selle stazioni sono delle vere e proprie opere d’arte, attirando numerosi visitatori che le pongono sulla loro lista di monumenti da visitare.

Le iniziative culturali organizzate dai musei come quella di Canova dal Mann, di Caravaggio dal museo di Capodimonte o quella di Esher dal Pan, sono solo la punta dell’iceberg di una valanga di eventi del mondo della cultura e dello spettacolo che avvengono in tutti i periodi dell’anno ed in tutte le aree della città, rendendo Napoli in questi ultimi anni una capitale della cultura e delle arti.

Con l’estate che sta per concludersi, il bilancio turistico di visitatori sia italiani che stranieri è nettamente in positivo: “…ancora una volta Napoli ha raggiunto risultati eccellenti. Tante offerte culturali tra cui è spiccata la splendida Notte della Tammorra di Ferragosto. Molte le iniziative sociali di solidarietà per non lasciare nessuno indietro, tantissimi i viaggiatori italiani e stranieri che hanno deciso di trascorrere del tempo nella nostra città. “Napoli, comunque, continua ad essere un punto di riferimento, una città che ha messo al centro le persone”, ha dichiarato de Magistris in un post sulla sua pagina di Facebook.