Da mesi una pioggia di multe si starebbe abbattendo sulla testa di molti cittadini napoletani. La causa? Aree pedonali temporanee attive all’insaputa di tutti dal 6 giugno. I varchi Ztl di Via Duomo, via Miroballo, via Santa Sofia e via Del Sole infatti, pur risultando inattivi o del tutto spenti dopo i consueti orari soggetti a limitazioni, registrerebbero ugualmente le targa di tutti i veicoli che li oltrepassano, facendo scattare sanzioni salatissime per gli inconsapevoli automobilisti e centauri.

“Non è stata fatta alcuna campagna informativa da parte del Comune, ora ci ritroviamo con centinaia di multe sulle spalle” ha detto ai microfoni di Napoliflash24 Andrea Imola, uno dei fondatori della pagina facebook Contestazione mult ztl centro antico, che raccoglie tutte le proteste dei cittadini coinvolti da una vicenda alquanto grottesca. “L’unico avvertimento a ridosso dei varchi – prosegue Imola – è un piccolo cartello poco illuminato, che nel caso di via Miroballo, si trova addirittura dopo la telecamera. Ci sentiamo presi in giro“. Ad alcuni residenti sarebbero state comminate anche 8 multe al giorno.

Ad esacerbare le proteste dei cittadini, i tempi con cui ha agito l’amministrazione: la delibera n.169 (quella incriminata per intendersi) è stata approvata il 29 maggio scorso dalla Giunta su proposta degli assessori competenti (nell’ambito del progetto “Grande progetto Centro Storico di Napoli – Valorizzazione del sito Unesco“) con decorrenza dal 6 giugno 2020.

Al momento, in rappresentanza del Comune si è espresso il Vicesindaco Panini che s’impegnerà a risolvere quanto prima il problema. Ma ai cittadini interessati non basta e pare stiano organizzando un sit in previsto per lunedì davanti a Palazzo San Giacomo, nella speranza che una delegazione venga accolta per discutere della pioggia di multe.