Nel giro di circa due ore, ieri sera a Napoli, due bus di linea sono stati vandalizzati da alcuni facinorosi: il primo atto si è verificato nel quartiere di Scampia, dove un gruppo di giovani ha divelto il vetro del mezzo C67 lanciando delle pietre; il secondo in via Cinthia, zona Fuorigrotta, causato da un uomo che con un’arma contundente ha preso di mira ancora i vetri, frantumandoli con violenza.

Come spesso in questi casi, il consigliere regionale Francesco Emilio Borrelli ha puntato i riflettori dei social sull’accaduto, chiedendo maggiori tutele per i lavoratori coinvolti in questi episodi: “questa ondata di violenza immotivata ci preoccupa molto, bisogna trovare un rimedio e fermarla anche per proteggere il personale Anm già troppe volte vittima di brutali aggressioni“.

La soluzione al problema, sempre secondo Borrelli, consisterebbe nell’intensificazione dei controlli e pattugliamenti delle strade da parte delle forze dell’ordine, “soprattutto durante questa fase di lockdown dove i delinquenti approfittano delle strade vuote per dare sfogo alla violenza” conclude nel post su facebook.