Al Centro Storico di Napoli in Piazza Teodoro Monticelli 4/5, da un’idea dei soci fondatori di BucoPertuso, inaugura Vero, il primo GastroBar vegetariano in città.

Durante l’inaugurazione sarà possibile degustare alcune pietanze preparate dallo chef Ray Arthey, in un’atmosfera di amicizia e di festa, così come ci racconta uno dei soci fondatori Michele Lamagna: ”Con grande orgoglio e dopo un lungo percorso, finalmente venerdì sera 23 dicembre presenteremo il nostro nuovo progetto. L’idea nasce dalla passione per le cose sane e genuine condivisa con i miei due grandi amici e soci Mauro ed Elio. Al VERO GastroBar sarà possibile mangiare con piatti vegetariani, vegani e gluten free, è stata fatta e continueremo a fare ricerca sui i vini e sulle birre da offrire, inoltre a febbraio inizieremo a piantare i primi germogli nel nostro orto, coltiveremo tutto in regime naturale e potremmo così portare in tavola le verdure da noi prodotte; sarà una bella sfida, tutto ciò ci riempie di gioia”.

Vero GastroBar sarà aperto dal martedì al sabato a partire dalle ore 18:00 alle ore 1:00 e la domenica a pranzo dalle 12:00.

Lo staff vi aspetta all’insegna della buona gastronomia in un ambiente semplice ed ospitale.

Comunicato Stampa 

Venerdi 23 Dicembre dalle ore 18:30

VERO GASTROBAR 

Piazza Teodoro Monticelli 4/5, 80134 Napoli

– Tel 081 3410049 – 

A proposito dell'autore

Romina Sodano

Esperta enogastronomica, docente, pubblicista, conduttrice, video reporter, sommelier e assaggiatrice ONAF. Titoli professionali conseguiti a Roma, Verona e Milano, in pasticceria, panificazione, lievitazione e cioccolateria . Laurea in Economia Aziendale e gestione delle imprese, innamorata del Marketing. Project Manager Adaline Agency. Delegata Campania della FIMAR (Federazione Italiana Management della Ristorazione). Responsabile Campania della Guida Mangia e Bevi. CEO di Le stanze della cultura S.a.s di Romina Sodano & Co. "Sono una ribellione alla statistica, i numeri non possono definirmi e la letteratura non osa raccontarmi." La mia passione? La natura che fa il suo corso. Il territorio ci identifica in ciò che siamo!

Post correlati