Mettere a confronto due linguaggi strettamente interconnessi, cinema e musica, è la scommessa di MusicaMuto, primo Festival internazionale di cortometraggi da musicare dal vivo, che ha preso il via lunedì 30 settembre, al Teatro Salvo D’Acquisto in via Morghen (Napoli).

Con la cerimonia di premiazione, lunedì 28 ottobre, alle ore 19,30 al Teatro Salvo D’Acquisto di via Morghen a Napoli, si conclude questa prima edizione di MusicalMuto, Festival internazionale di cortometraggi da musicare dal vivo, promosso dall’UNM, Unione Musicisti e Artisti Italiani.

MusicalMuto alla sua prima edizione già registra oltre 600 cortometraggi pervenuti da tutto il mondo, selezionati dalla giuria presieduta da Gina Annunziata, docente di Storia e Critica del Cinema all’Università di Napoli L’Orientale e docente di Storia del Cinema all’Accademia di Belle Arti di Napoli. In finale, grazie anche al voto espresso dalla Giuria del Pubblico e dalla Giuria dei Giovani dei Licei napoletani, ci sono “Wing” di Behzad Hatef (Iran) e gli italiani “The Paper Bed” di Maurizio Nani, “Hand” di Gerardo Nolfo, “One-act play and happy ending” di Bianca Delpiano. Gli autori saranno presenti alla serata.

“Il nostro è un festival sperimentale – sottolinea Francesco Bellofatto, coordinatore di MusicalMuto – che intende valorizzare la creatività dei giovani ritornando ai linguaggi pionieristici del muto, anche come omaggio alla grande stagione del cinema, che ha visto Napoli e il Vomero protagonisti con le prime case di produzione cinematografica italiane, quali la Lombardo Film (diventata poi Titanus) che vide all’opera attrici straordinarie come Francesca Bertini e una delle prime registe nella storia del Cinema, Elvira Notari”.

Il bando della rassegna, infatti, prevede esclusivamente cortometraggi inediti muti, in bianco/nero, il cui commento musicale è stato affidato, nel corso delle serate, alle pianiste Mariella Pandolfi e Maria Grazia Ritrovato.

Dopo la proclamazione dei vincitori, con gli interventi dell’attore Alessandro Incerto e di Ottavio Lucarelli, Presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, spazio alle musica con lo spettacolo “Battiti d’Amore” con la Paranza di Romeo Barbaro; regia di Enzo Perna.