Lo strumento de st’ammore: la canzone napoletana dal ‘700 al ‘900

Una visita nelle stanze della regina accompagnata dalla performance musicale dell’Accademia Mandolinistica Napoletana

 

Il Palazzo Reale di Napoli, in collaborazione con CoopCulture, l’Accademia Mandolinistica Napoletana e la Casa del Mandolino-Napoli, propone per venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 aprile p.v., alle ore 11.00, un programma di visite didattiche con performance musicale sulle note della canzone napoletana, colta e popolare, dal ‘700 al ‘900.

Uno storico dell’arte di CoopCulture illustrerà ai visitatori gli arredi, gli affreschi e le soluzioni architettoniche della fastose sale dell’Appartamento Storico di Palazzo Reale, approfondendo i momenti più importanti della storia e della vita di corte all’epoca dei Borbone. Nella Cappella Palatina, successivamente, l’Accademia Mandolinistica Napoletana eseguirà alcune tra le principali opere della canzone napoletana, colta e popolare, dal Settecento al Novecento in un concerto unico, suddiviso in due momenti intervallati dalla lettura di un racconto.

Nella prima parte, saranno eseguiti brani del ‘700 napoletano con strumenti antichi quali liuto a penna, mandolino barocco, chitarra barocca e calascione. La scelta è indirizzata verso Villanelle e Arie popolari riscritte ed inserite nelle loro opere da autori celebri del ‘700 quali: Vinci, Paisiello, Pergolesi…

Nella seconda parte, brani celebri del ‘900 – epoca di grande confronto culturale tra i grandi poeti napoletani – eseguiti con strumenti classici: mandolino, mandoloncello e chitarra. La scelta qui conduce irrimediabilmente ai grandi autori dei primi del ‘900: Di Giacomo, Bovio, Murolo…

 

Palazzo Reale di Napoli

Venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 aprile 2017 – Ore 11.00

Prenotazione obbligatoria al numero 848.800.288. Da cellulari e dall’estero: +39 06.39967250. Info: www.coopculture.it

PROGRAMMA

O bellissimi Capelli (Andrea Falconieri)

Bella Porta dei Rubini (Andrea Falconieri)

O Leggiadri occhi belli (Anonimo)

Tarantella Calace

Era de Maggio (Di Giacomo – Costa)

Mandulinata a Napule (Murolo – Tagliaferri)

Scetate (Russo – Costa)

I’ te vurria vasà (Russo – Di Capua)

Canzone Appassiunata (E. A. Mario)

Visite didattiche a cura di CoopCulture.

Performance musicale a cura dell’Accademia Mandolinistica Napoletana: Valentina Assorto (cantante); Massimiliano del Gaudio (mandolino); Adolfo Tronco (mandolino); Giuseppe Causa (chitarra)