Naima Girou Quartet
con
Naima Girou – voce e contrabbasso
Andrea Pellegrini – Pianoforte
Vittorio Silvestri – Chitarra
Michael Santanastasio – Batteria

Sabato 15 febbraio ore 21.30 allo Spazio ZTL
Via Giuseppe Piazzi 55/59 – Napoli

Info e prenotazioni: 392.3915529 – 081.0331974
prenota@zurzoloteatrolive.it

E’ Una formazione nata dall’iniziativa della cantante contrabbassista Naima Girou e il chitarrista Vittorio Silvestri. Naima comincia a studiare la musica molto presto. Nel 2019 lavora su un nuovo repertorio di composizioni e standards e per questa occasione si avvale della partecipazione del pianista Andrea Pellegrini, il chitarrista Vittorio Silvestri e il batterista Michael Santanastasio.
Insieme esplorano e arrangiano trasformando un tradizionale repertorio jazz in un esperienza innovativa e multiforme. Sono tante le referenze musicali a cui Naima si ispira, nomi quali Betty Carter, John Coltrane, Abbey Lincoln, Horace Silver ou Sarah Vaughan.


Sabato 15 febbraio ore 21.30

Quartieri Jazz  in concerto a Palazzo Venezia (via Benedetto Croce, 19) Napoli.

La band partenopea oltre ai propri album suonerà anche alcuni omaggi del loro ispiratore e maestro Pino Daniele. La location è “quell’angolo di Napoli cui il filosofo Benedetto Croce, parlando di Palazzo Filomarino, ove egli abitava, fa ripetutamente cenno in quanto si trattava dell’edificio confinante. Croce lo chiama, appunto, il napoletano palazzo di Venezia” (via Benedetto Croce, 19 nei pressi di piazza del Gesù).
Ad accompagnare la chitarra manouche di Mario Romano, Alberto Santaniello alla chitarra classica e Ciro Imperato al basso, talenti anch’essi provenienti dai quartieri popolari della città e che nel loro sound frizzante e sanguigno riproducono colori e umori di una magica realtà.

Contatti e informazioni: info e prenotazioni 340.489.38.36 mail: quartierijazz@live.it


Venerdì 14 febbraio 2020 dalle ore 21:30

all’Ex Asilo Filangieri di Napoli, vico Maffei 4 – S Gregorio Armeno

GEOGRAFIE DEL SUONO #58 

Fell (São Paulo/Leipzig) incontra La Bestia Carenne (Napoli)

 Il 58esimo appuntamento con Geografie del suono ospita la sperimentazione sonora dell’artista nomade Fell, che ha trascorso gli ultimi 4 mesi a Napoli in una ricerca sui Campi Flegrei e fotografando le municipalità della città. In apertura di serata, con la partecipazione del sassofonista Umberto Aucone, Fell presenta dal vivo il suo nuovo disco di improvvisazione Entrhythmisierung, registrato tra Italia, Giordania e Germania. A seguire poi, come da tradizione GDS, i due musicisti interagiranno con due componenti de La Bestia Carenne, una formazione campano-lucana nota per la sua produzione che, partendo dalla canzone d’autore, è approdata a lidi via via più sperimentali.

 La formazione dell’inedito quartetto sarà: Fell – chitarra, fx; Umberto Aucone – sassofoni); Giuseppe Di Taranto – flauto; Paolo Montella – sintetizzatore.

Ogni evento è a ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.


Ebbanesis al Common Ground

Sabato 15 febbraio il live delle Ebbanesis al Common Ground: sul palco dell’industrial bistrò di via Scarfoglio il duo composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa si esibirà a partire dalle 22.30 per condividere con il pubblico le canzoni che le hanno rese star musicali del web e presentare i brani dell’ultimo album, Transleit, pubblicato lo scorso 24 gennaio con  Soundfly, che contiene il sunto del loro repertorio registrato nell’Auditorium Novecento di Napoli, uno degli studi di registrazione più antichi d’Europa.

Quello a cui gli ospiti del Common Ground devono prepararsi è “Serenvivity“, spettacolo-concerto nel quale Viviana e Serena cantano classici come Reginella, ‘O sarracino, Rundinella (nata grazie a una richiesta di Maurizio De Giovanni), ‘O zappatore, ‘A rumba de scugnizzi, ‘O sole mio e tanti altri, insieme a brani di respiro internazionale tradotti in napoletano. Ma il duo fa anche divertire, oltre che ballare e cantare, e così non mancheranno momenti umoristici che esaltano le loro doti attoriali.

start ore 22.30 (Concerto ad ingresso gratuito)Apertura ore 20.30. Cena su prenotazione. A seguire Dj Amed Key e Cerchietto. Ingresso free entro le 23.00