Eventi culturali e non solo: la sinergia tra il MANN e l’Assessorato alla Cultura del Comune di Aversa metterà letteralmente le radici nella cittadina della provincia casertana.
Si partirà il 27 settembre (ore 18, Ex Macello, Aversa), con l’inaugurazione della rassegna (a costo zero e ad ingresso gratuito)  intitolata “Gli incontri del venerdì”: a dare il via alla manifestazione, che, ogni venerdì (ore 18) sino all’11 dicembre proporrà al pubblico approfondimenti su diversi temi (archeologia, etica, attualità, valorizzazione del territorio, beni culturali e relazioni internazionali), sarà, insieme al Sindaco di Aversa, Alfonso Golia,  proprio il Direttore del Museo, Paolo Giulierini.
E si andrà avanti nel 2020 con un importante progetto: MANN e Comune di Aversa stanno predisponendo, infatti, un protocollo d’intesa, che permetterà l’apertura del Museo Archeologico della Legalità, unicum nel panorama degli istituti culturali nazionali.
Una sensibilità non nuova per il MANN, che, alla fine degli anni Novanta, aveva già promosso il progetto “Museo ritrovato”, con l’installazione di materiali sottratti agli esiti di azioni illecite in scuole di quartieri a rischio marginalità sociale: l’iniziativa era stata realizzata congiuntamente con il Comune di Napoli, l’allora Soprintendenza Archeologica di Napoli e Caserta, il Provveditorato agli Studi di Napoli.

Il Museo Archeologico della Legalità avrà sede ad Aversa, nell’ex Palazzo Rebursa, che si trova accanto allo splendido complesso monumentale di San Francesco e sarà riaperto, dopo il restauro, nella primavera del prossimo anno.