Come ogni anno la rassegna “L’arte in Vetrina” segna con la sua presenza nel periodo natalizio, un punto fermo in città per gli amanti dell’arte ed anche per quel bisogno di esporre che tantissimi artisti hanno nella città che pure, però, ha dimostrato negli ultimi anni di saper rispondere alle richieste dei tanti artisti, concedendo spazi prima difficili da ottenere. Ma le rassegne come “L’Arte in Vetrina” si pongono come occasione per professionisti e non, ragazzi appassionati di esporre opere in un luogo della città che ha visto crescere un degrado costante, sia in termini commerciali che strutturali, anche se nell’impegno dell’amministrazione comunale si legge la volontà di riappropriarsi della zona del Mercato come luogo privilegiato dalla storia per gli scambi commerciali del Mediterraneo. Tantissimi artisti come sempre hanno raccolto l’invito di Enzo Falcone a partecipare alla rassegna, e come sempre gli esiti sono stati molteplici, sia per qualità delle opere sia per il numero, e quindi Falcone ha, come sempre, ritenuto giusto “premiare” quanti hanno partecipato con una esposizione collettiva che dalle vetrine sia esposta sulle pannellature di San Severo al Pendino, offrendo alla cittadinanza e ai tanti turisti, presenti oramai sempre in città, di vedere tante opere intrise di passione per l’arte.

Bisogna però rimarcare anche la difficoltà con cui Enzo Falcone continua ad operare nella zona che lo vede dal 1922, in prima linea prima come imprenditore tipografo e poi come Presidente dell’Associazione Culturale Storico Borgo Sant’Eligio nel cercare di implementare l’interesse verso la zona e anche per riuscire a condurre l’ipotesi e proposta ratificata dal Comune di un Museo laboratorio di Arte Tipografica. Rimane comunque la mostra con tante opere esposte della creativa Napoli e dei tantissimi artisti cha accolgono gli inviti di Falcone ad impreziosire le vetrine dello Storico Borgo Sant’Eligio che con il Consorzio delle Antiche Botteghe tessili di Piazza Mercato, lotta per riqualificare e rilanciare la zona.

28 aprile – 8 maggio 2016
Complesso monumentale di San Severo al Pendino – Napoli – Via Duomo, 286
orario dalle 9,00 alle 18,00
Associazione Storico Borgo di Sant’Eligio e allestimento a cura del Prof. Fortunato Danise