Non ce l’ha fatta Tobia Falcone, il 17enne di Sant’Egidio del Monte Albino in provincia di Salerno, travolto da un treno alla stazione di Angri venerdì scorso. Come ogni mattina il ragazzo si trovava in stazione per raggiungere in treno Cava de’ Tirreni, dove frequentava il penultimo anno dell’istituto superiore Della Corte-Vanvitelli indirizzo per geometri. Il destino ha voluto che quella mattina Tobia, si sia sporto oltre la linea gialla di demarcazione dei binari e non si sarebbe accorto del treno diretto a Napoli che stava arrivando a forte velocità. Il convoglio lo ha investito di striscio, colpendolo mortalmente al capo.

Le sue condizioni erano apparse fin da subito disperate, il giovane era ricoverato nel vicino ospedale Umberto I di Nocera Inferiore, dove era stato trasferito dopo un delicato intervento, che purtroppo non è bastato a salvargli la vita. Tobia Falcone avrebbe compiuto 18 anni il prossimo primo dicembre, ma il suo cuore ha smesso di battere ieri sera intorno alle 23.30.

Tanti i messaggi di affetto e di cordoglio sui social, degli amici e conoscenti che da giorni speravano e pregavano che Tobia potesse risvegliarsi. Ora un’intera comunità è sotto shock per la disgrazia che ha colpito la famiglia del 17 enne, molto nota in paese.