Federica Pellegrini conquista l’oro ai mondiali di Gwangju, nei 200 stile libero. In carriera si tratta del quarto titolo nella sua specialità. Dietro di lei l’australiana Titmus, medaglia d’ argento (1.54.66) e la svedese Sjostroem, bronzo (1.54.78)

Dopo un paio di vasche di controllo sulle avversarie, in cui è stata però costretta ad inseguire, alla terza Fede accelera, sale la sua progressione e compie l’impresa: mai nessuno come lei per longevità e vittorie, non di meno per tempo: questa volta 1.54.22, tempo che ha stupito la stessa azzurra.

Nelle dichiarazioni post gara ha sottolineato: ”il lavoro paga sempre, ci abbiamo creduto, anche se è un po’ inaspettato”. A 31 anni vive ancora la tensione della gara, nonostante ciò dice: ”In acqua ho fatto quello che ho voluto, vuol dire che stiamo lavorando bene” – ed aggiunge – “Son successe cose strane in quest’ultimo periodo, una dopo l’altra; mi sono ritrovata a giocarmi anche qui qualcosa di importante, ancora non me ne rendo conto”. Chiude con un annuncio speciale, visibilmente commossa: “Questo è il mio ultimo mondiale, ma piango di felicità.”

La “divina” è sul podio per l’ottava volta, eppure rimane travolta dall’emozione dell’inno come fosse la prima.

“Questa medaglia è una dedica d’amore verso questo sport e per la mia famiglia”. 

               Roberta Salvati