“È stata una grande vittoria, siamo molto contente” – Così Aia Guagni in conferenza stampa dopo la partita contro l’ Australia. Esordio con il botto,  il goal decisivo è di Bonansea e sancisce il 2 a 1 finale. Per lei si è trattata di una memorabile doppietta, dopo aver siglato il pareggio di risposta alla talentosa australiana Samanta Kerr. Poi è stato tempo di esultanza e paragoni; il web si è scatenato in proposito: la corsa e l’abbraccio ricordano quanto accadde anche a Fabio Grosso contro la Germania nel 2006; e la dedica di Barbara è nello stesso gesto di Francesco Totti dopo un rigore trasformato; la squadra avversaria era la medesima. Affascinanti corsi e ricorsi storici nel  mondo del Calcio.

“Abbiamo ricevuto una spinta enorme da tutta l’Italia: è bello sapere di emozionare ed emozionarsi… Non è un caso che siamo riuscite a segnare al 95esimo.” – confessa Cristiana Girelli.

Ma adesso le ragazze sanno di dover rimane concentrate sulla prossima partita:l’Italia si prepara ad affrontare la Giamaica, questa volta a Reims.

Consapevoli di aver guadagnato tre punti importanti le azzurre vogliono proseguire su questa strada: ”altrimenti l’impresa compiuta nella prima partita del girone non è servita a nulla. Sarà importante entrare in campo convinte, non dobbiamo sottovalutare le avversarie” – dice Elisa Bartoli.

Secondo Cristiana Girelli sarà un’altra battaglia: “Loro sono molto fisiche e veloci, avremo rispetto di questo, ma noi l’affronteremo con lo stesso spirito con cui abbiamo affrontato l’Australia, fiduciose del valore del nostro gioco. Ci vorrà sacrificio, sappiamo che una vittoria contro la Giamaica significherebbe il passaggio del turno per noi”.

La Ct Milena Bertolini  aveva dichiarato che il primo obiettivo deve essere proprio questo e le nostre azzurre, ancora una volta, faranno di tutto per centrarlo.

Appuntamento venerdì 14 giugno alle 18,00, live su Sky sport.

Roberta Salvati