Abbiamo dovuto garantire 20 posti letto e abbiamo creato un’area dedicata a loro con 100 ricoveri fino a novembre. Ora la curva sta tornando a scendere“. Lo ha dichiarato Annamaria Minicucci, Commissario straordinario Azienda Santobono Pausillipon.

La dirigente sanitaria ha sottolineato l’importanza della buona sanità come ad esempio l’intervento con il farmaco che ha permesso alla piccola Sofia di salvarsi: “Ognuno di noi si sveglia e vuole fare buona sanità. Nell’immaginario delle persone esiste la malasanità per i problemi legati al commissariamento ma noi vogliamo superarli. Ieri abbiamo avuto la sensazione di assistere ad un miracolo della scienza e della vita“.

Per quanto riguarda le scuole Minicucci ha affermato: “Sicuramente le scuole sono luoghi protetti perché si fanno controlli con gli screening regionali. Il problema è evitare la circolazione del virus e c’è poi la preoccupazione della terza ondata. Molti importanti sono i comportamenti individuali che sono fondamentali per tutelarci: io ad esempio sono stata a contatto con persone positive in ospedale e l’uso della mascherina e il distanziamento sono stati decisivi per evitare il contagio“.

Infine per le festività natalizie Minicucci ha aggiunto: “A Natale non si deve abbassare la guardia. C’è anche un po’ di stanchezza, soprattutto per i bambini. Lo sforzo deve essere comune, prendendosi lo spazio di vita senza pensare che il virus non ci sia più“.