Disarmante prova del Napoli che crolla a San Siro sotto i colpi di Menez e Bonaventura che giocano a fare i fenomeni contro la squallida truppa azzurra. I rossoneri raggiungono i partenopei in classifica ed i tifosi vivono un’ altra umiliante domenica di tristezza.

RAFAEL 6: voto di incoraggiamento perchè praticamente è spettatore non pagante. Si abbassa nel recuperare i due palloni all’interno della propria porta e niente altro.

MESTO 6: il meno peggio, difende discretamente e cerca di farsi trovare puntuale nelle discese lungo l’out di competenza. Il tutto valorizzato dal fatto che fin qui il suo minutaggio è stato quasi nullo e gli mancava il campo.

ALBIOL 3,5: altra prova ridicola dello spagnolo. Abbiamo sprecato gli aggettivi per raccontarne le prestazioni inguardabili. Stiamo sponsorizzando da tempo un certo Henrique che sta invecchiando in panchina….

KOULIBALY 3: stavolta c’è chi ha superato il centrale spagnolo nelle nefandezze difensive. Il gigante francese è stato una comica dal primo all’ultimo minuto. Bella statuina sul gol di Menez, gira a vuoto attorno agli avversari facendo una figuraccia e compiendo errori su errori. Horror!

GHOULAM 5,5: almeno ci prova, crossa a ripetizione soprattutto nel primo tempo ma con scarso successo. Si perde qualche volta l’avversario sul suo versante ma è per la voglia che ha di far male in avanti.

DAVID LOPEZ 3,5: avremmo volentieri evitato di commentarne la gara. Non fa schermo per la difesa, non recupera palloni, non ne gestisce il controllo,non vince contrasti. Ma cosa ha fatto?

JORGINHO 4: di una lentezza biblica, mai una giocata illuminante, mai un cambio di passo. Attualmente non da Napoli. Al suo posto subentra HAMSIK  5: di questi periodi figuriamoci se ci aspettavamo che Marek cambiasse la gara. Entra ma per la maggior parte si nasconde e assolutamente non incide.

CALLEJON 5: è sparito il “mostro” che conoscevamo. Qualche buon movimento lo compie ma non è più cinico e concreto come prima. Sprecone.

DE GUZMAN 5,5: si dirà che non ha inciso giocando dal primo minuto, a noi la partenza non è dispiaciuta ma paga la prova indecente dell’intera squadra. Gli subentra nel quarto d’ora finale GARGANO S.V. che da l’impressione che il suo apporto alla gara avrebbe giovato agli azzurri probabilmente dall’inizio.

MERTENS 5: prova sottotono del belga che solo raramente si accende ma senza concretezza effettiva. Al suo posto DUVAN 6: è arrivato il momento di dare più spazio al gigante colombiano che in pochi minuti cambia il volto della squadra aumentandone peso specifico, pericolosità ed intraprendenza. Troppo tardi però…..

HIGUAIN 4,5: per favore, che la smetta di lamentarsi, di sbracciarsi, di inveire contro compagni, avversari e arbitro. Il leader non fa questo ma prende per mano la squadra. L’ingresso di Duvan gli giova ma non graffia.

BENITEZ 4: la squadra si è smarrita, il suo credo ha fallito ed è ora di cambiare qualcosa. C’è bisogno di una svolta perchè è triste assistere ad una sconfitta contro un’avversaria che si è rivelata alquanto modesta. Caro Rafa, le dichiarazioni di facciata fanno parte del calcio, ma la verità è lampante. La delusione è tanta, l’ obbligo è di invertire la rotta!