Il 18 luglio del 1610 muore a Porto Ercole Michelangelo Merisi (o Amerighi), noto come il Caravaggio (nato a Milano, 29 settembre). E’ stato dei più celebri pittori italiani di tutti i tempi, dalla fama universale, formatosi tra Milano e Venezia e attivo a Roma, Napoli, Malta e in Sicilia fra il 1593 e il 1610. I suoi dipinti, che combinano un’analisi dello stato umano, sia fisico che emotivo, con un drammatico uso della luce, hanno avuto una forte influenza formativa sulla pittura barocca. Di animo particolarmente irrequieto, affrontò diverse vicissitudini durante la sua breve esistenza. Data cruciale per l’arte e la vita di Merisi fu quella del 28 maggio 1606, a partire dalla quale, essendosi reso responsabile di un omicidio durante una rissa e condannato a morte per lo stesso, dovette vivere in costante fuga per scampare alla pena capitale.

Di seguito, cliccando sul link: http://www.napoliflash24.it/category/turismo-2/la-storia-di-napoli/la-storia-di-caravaggio-a-napoli/  una serie di articoli su “Caravaggio” sul suo periodo napoletano, con versione in inglese.