Stadio Atleti Azzurri d’Italia Bergamo, esterno sera: Siamo al minuto 57′ di un match dominato dal Napoli, Albiol, per l’ennesima volta quest’anno, sveste i panni del difensore per improvvisarsi  nel ruolo di “resuscita bomber” e regala  il tanto atteso primo gol stagionale, all’ex azzurro Denis(sesto centro in carriera contro il Napoli), Callejon, dal canto suo, ieri non voleva proprio saperne di fare il Callejon e per “dispetto”(non ci sono altre spiegazioni) al minuto 61′,  sfida le leggi della fisica e della geometria sparando alto solo davanti alla porta neroazzurra, Higuain, dopo aver siglato un gol straordinario su assist di Insigne, regala gloria dagli undici metri a Sportiello, migliore in campo per i suoi. La sceneggiatura di questo “dramma” sportivo si conclude con gli ennesimi due punti gettati al vento, contro una modestissima Atalanta(in dieci per l’espulsione del solito Cigarini) e l’ennesima occasione persa di agguantare il terzo posto. I sogni di gloria, svaniscono e si confondono tra le nebbie della pianura padana. Resta l’ottima prestazione, il match dominato e le tante occasioni create soprattutto nel primo tempo con Hamsik e Mertens. Ma questo inizio di stagione va così, con tanta sfortuna e tanta rabbia che speriamo si trasformi in energia positiva da spendere contro i giallorossi di Garcia(ieri vincitori in casa contro il Cesena) che sabato alle 15.00 saranno di scena al San Paolo per il primo big match stagionale.
Contro Verona e Atalanta si è rivista in parte, la squadra che tanto bene aveva fatto lo scorso anno, ora contro la Roma, ci vuole il miglior Napoli, tanta concentrazione e soprattutto(discorso riferito alla psiche del caro Higuain ma anche a Callejon) non bisogna abbattersi, bisogna reagire da professionisti e cercare il massimo cinismo sotto porta. In difesa, non sono ammesse disattenzioni, soprattutto contro il temibile attacco romanista, chiediamo ad Albiol & company di farci scendere dalle montagne russe, non si può continuare a compromettere partite contro avversari che creano un’ unica occasione da gol in 90 minuti.
Benitez conosce il valore del prossimo match, la città vuole vincere e i 50mila e più che affolleranno gli spalti dell’impianto di Fuorigrotta, sono pronti ancora una volta a trasformarsi nel dodicesimo uomo in campo.
ATALANTA-NAPOLI 1-1
ATALANTA
Sportiello, Benalouane, Stendardo, Cherubin, Del Grosso, Raimondi, Cigarini, Migliaccio, Baselli, Moralez, Denis. All.Colantuono
NAPOLI
Rafael, Maggio, Albiol, Koulibaly, Ghoulam, Inler, David Lopez, Hamsik, Callejon, Mertens, Higuain. All.Benitez
GOL: Denis 57′, Higuain 85′.

A proposito dell'autore

Fabio Ferraro

Giornalista pubblicista dal 2014, grande amante di calcio, sport in generale, musica e storia contemporanea, collabora con Napoliflash24 dalla sua fondazione(2013). Curatore dal 2013 delle Rubriche "Largo ai giovani" e "Mondo Ultras" su ilnapolionline.com. In passato ha collaborato con il magazine "Thetripmag.com", il blog "letteraturateatrale.it", il portale "Forumitalia" e inoltre ha ricoperto nel corso del biennio 2013/2014, il ruolo di addetto stampa dell'ASD Partenope Soccer.

Post correlati