E’ previsto per lunedì prossimo, 9 marzo al porto di Napoli, l’arrivo del primo convoglio che andrà a potenziare il servizio metropolitano cittadino. Ad annunciarlo ieri in commissione Mobilità è stato il vicesindaco Enrico Panini. I vari pezzi saranno spostati nel deposito di Piscinola e montati sui binari per poi iniziare le prove di collaudo, quindi  partiranno i lunghi test di esercizio che richiedono dai quattro ai sei mesi. A regime, con la nuova flotta, si arriverà in pochi mesi ad una frequenza di un treno ogni sette minuti, con vetture tutte nuove in sostituzione delle attuali, che hanno quasi 30 anni.

Bisognerà però aspettare la fine di settembre, per vedere il modernissimo treno sulle rotaie della metro cittadina, poiché sono necessarie verifiche tecniche da parte dell’Ufficio Trasporti e Impianti fissi di Napoli (Ustif), oltre che la percorrenza di un chilometraggio minimo. Sempre a partire dalla fine di settembre verranno consegnati, a cadenza mensile gli altri 19 treni, commissionati alla spagnola Caf – Construcciones y Auxiliar de Ferrocarriles.

Un anno importante per il sistema metropolitano di Napoli che, oltre all’introduzione dei nuovi convogli, vedrà la tanto attesa apertura, a fine dicembre 2020, di alcuni tratti della Linea 6Piazza San Pasquale.