La decisione del gruppo Fontana di chiudere lo stabilimento MeridBulloni di Castellammare di Stabia e imporre agli 81 operai specializzati il trasferimento a Buttigliera Alta (TO) in Val di Susa è grave, inaccettabile e ricattatoria. Gli operai dal 18 dicembre presidiano con le loro famiglie la fabbrica come fanno da oltre due anni i loro colleghi della Whirlpool del sito di Napoli. A Castellammare di Stabia, come a Napoli, nessun posto di lavoro deve essere perso. La progressiva chiusura degli stabilimenti nel Mezzogiorno mina la ripartenza. Ritengo giusto il percorso seguito dalla Regione Campania che ha ottenuto il tavolo al Mise. Solletico Regione e Mise a incontrare in tempi rapidi il nuovo imprenditore che si è dimostrato disponibile in modo informale a rilevare le maestranze. Ricordo che resta centrale e fondamentale il ruolo delle organizzazioni sindacali a garanzia dei diritti acquisiti negli anni dai lavoratori con il gruppo Fontana. Mi auguro che la formalizzazione della nuova proposta possa garantire una alternativa industriale seria e produttiva per Castellammare di Stabia“. E’ quanto dichiara in una nota il senatore Sandro Ruotolo del Gruppo Misto a conclusione di un incontro tenuto stamani davanti alla fabbrica della MeridBulloni con i rappresentanti sindacali e i lavoratori.